Cerca

Fine di un incubo

Massimo di Cataldo è stato prosciolto dall'accusa di maltrattamenti familiari

Massimo di Cataldo è stato prosciolto dall'accusa di maltrattamenti familiari

Quello tra Massimo di Cataldo e la compagna Anna Laura Millacci è stato definito un rapporto "burrascoso". Ma il gip di Roma, Paola Della Monica, ha deciso di archiviare l'accusa che l'ex compagna aveva rivolto al cantante. Nel luglio del 2013, infatti, la donna aveva deciso di spiattellare su facebook foto di evidenti violenze fisiche e la sentenza di un aborto procurato. 

La sentenza - Ora la situazione sembra essersi ribaltata e la Millacci è stata incriminata d'ufficio per calunnia. Nelle dieci pagine di motivazioni il giudice ha definito un rapporto che ha alternato "momenti di assoluta serenità e forte criticità e conflittualità, e che ha conosciuto taluni, rari, episodi violenti" - continua il gip - "fatti che rimangono tuttavia isolati e non sorretti da quella unitaria finalità che costituisce la ragione dell'incriminazione". Dall'accusa di aver procurato un aborto alle prime settimane, invece, Di Cataldo era già stato prosciolto nei primi passi dell'inchiesta. La perizia del medico legale Costantino Ciallella, aveva confermato dei segni traumatici sulla vittima escludendo però un collegamento tra un eventuale ceffone e l'aborto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog