Cerca

Torna la serie

House of Cards, Kevin Spacey: "Anche Barack Obama ha ammesso di ammirarmi"

House of Cards, Kevin Spacey: "Anche Barack Obama ha ammesso di ammirarmi"

Ad un settimana dal lancio della terza stagione di House of Cards, la pluripremiata serie Netflix, il protagonista Kevin Spacey parla via telefono con un gruppo di giornalisti. Come riporta Repubblica l'attore ha incontrato Barack Obama: "Lo ho incontrato brevemente una sola volta, ma non ho mai avuto con il presidente una conversazione diretta riguardo House of cards (dove interpreta uno spietato politico che arriva fino alla presidenza degli Usa, ndr). Le parole che lui ha detto, il fatto che ci apprezzi, sono però di dominio pubblico".

Un successo - Il presidente americano non è l'unico ad apprezzare la serie, anche Renzi e altri leader internazionali la apprezzano, forse perché, come dice Kevin, "una delle cose che il pubblico apprezza di più è il fatto che i politici sono protagonisti. La gente è stata sempre affascinata dalla conquista del potere e da come mantenerlo. Affascinata da secoli, basti pensare alla tragedie greche o ai drammi di Shakespeare". Spacey non si è ispirato ad un politico in particolare per il suo ruolo, Frank Underwood, perché era stato ideato da Michael Dobbs, politico conservatore e autore della serie. I punti di forza della serie, secondo L'attore, sono l'ottima qualità e le sceneggiature, che trova di alto livello. Riguardo un'indiscrezione, che direbbe che Putin abbia vietato la ripresa di alcune scene a Palazzo del Vetro risponde: "Mi dispiace ma non posso commentare. Non è una cosa di cui mi sono occupato personalmente". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog