Cerca

Ecco dove finisce il canone

Sanremo: alla Littizzetto un cachet di 300mila euro

All'Ariston parlano di spending review, ma per il cachet di Lucianina e Fazio non c'è crisi. Sul palco come d'ospite d'onore ci sarà la signora Sarkozy, emblema radical-chic

Sanremo: alla Littizzetto un cachet di 300mila euro

Il festival di Sanremo 2013 ormai è alle porte. Questa mattina nella conferenza stampa di presentazione è uscito finalmente un quadro chiaro della kermesse musicale che comincerà il prossimo 12 febbraio. Fabio Fazio ha spiegato come quest'anno il festival sia in regime di austerity: "Bisogna giustamente industriarsi – aggiunge Fazio – con ciò che si ha. Per me sarà come una vacanza, con lo scopo di essere allegri nel rispetto di una tradizione importante”.All'Ariston si piange miseria. E di ristrettezze economiche parla anche Luciana Littizzetto che sarà l'unica presenza feffiminile fissa in tutte le 5 serate: "Io l’unica donna al Festival? Vuol dire che c’e’ la spending review! Non corrispondo molto ai canoni delle bellone di Sanremo – aggiunge lei – ma sono contenta di essere qui, perché porterò quello che so fare". E per quello che "sa fare" le malelingue parlano di un cachet di circa 300mila euro. Il doppio di quello percepito lo scorso anno da Rocco Papaleo e il duo comico Luca&Paolo".  Poi la conduttrice dice la sua sul compagno di palco: “Io e Fabio? Ormai siamo una coppia di fatto. Dobbiamo andare a Parigi, per vedere se possiamo legalizzare la nostra unione”. Quello di quest'anno è un festival molto scivoloso. Arriva nel calendario poco prima delle elezioni. Una coincidenza che mette il freno alla deriva "rossa" che l'Ariston rischiava di prendere. Tra gli ospiti c'è anche Carla Bruni, la ex premiere dame che di certo non ha mai fatto i complimenti a Silvio Berlusconi è una di quelle presenze che possono lasciarsi andare a commenti poco "super partes" in campagna elettorale. E' la stessa Littizzetto che annuncia la presenza di Carlà sul palco dell'Ariston: “Carla Bruni viene per cantare, anche se ci sarebbero delle belle cose da dire” ha commentato la Littizzetto. 

Ecco cosa cambia -  Tra le novità del 63° Festival di Sanremo, nessun minorenne in gara. Finisce anche l'era della giuria demoscopica e ci sarà il ritorno della giuria qualificata, nessun big sarà eliminato e si esibirà fino all’ultima serata. Ecco big: Almamegretta, Simone Cristicchi, Malika Ayane, Elio e le Storie Tese, Max Gazzè, Raphael Gualazzi, Marco Mengoni e Chiara Galiazzo (da X factor), Marta sui Tubi, Modà, Annalisa Scarrone (da Amici), Maria Nazionale, Daniele Silvestri, Simona Molinari con Peter Cincotti. Infine ci sarà uno spazio per una commemorazione importante: Lucio Dalla verrà ricordato dalla presenza del compagno Marco Alemanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nico1947

    08 Febbraio 2013 - 17:05

    A chi l avrà data? Ma quello che più sorprende,e che cè chi la presa ONORE A LUI E AL SUO STOMACO

    Report

    Rispondi

  • doil21

    08 Febbraio 2013 - 17:05

    Ciao e complimenti per il tuo intervento! bello, chiaro e puntuale..peccato solo per un piccolo particolare: un po' troppo velatamente di sinistra e pieno di insulti per chi non la pensa come te..ma la soluzione caro il mio professorone e illuminata persona di sinistra è molto semplice: ti leggi il tuo fatto quotidiano o l'unità o quello che vuoi dei tuoi giornaletti comunisti e non rompere l'anima a chi non la pensa come te...buon weekend! e vivila bene!

    Report

    Rispondi

  • guglielmo donatone

    06 Febbraio 2013 - 12:12

    PER LA REDAZIONE: Ma quando vi deciderete a inserire, tra "gli stati d'animo", il termine "SCHIFATO"?? In presenza di questi due ripugnanti presentatori (sic!) non vedo altra espressione possibile.

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    06 Febbraio 2013 - 10:10

    e infatti gran parte dei nostri problemi derivano dal pagare il canone rai e dai compensi degli artisti; aver avuto invece una banda di manigoldi disonesti, incapaci e magna a uffo per una decina di anni che hanno immiserito il Paese è invece secondario secondario ! Maledetta Litizzetto !!!! Forza silvio, torna e finisci il lavoro così si potrà piangere senza bisogno dei comici!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog