Cerca

Impietoso share

Daria Bignardi: le "Invasioni Barbariche" fanno flop e lei pensa all'esilio

Daria Bignardi: le "Invasioni Barbariche" fanno flop e lei pensa all'esilio

In un anno i telespettatori delle Invasioni Barbariche si sono dimezzati (da un milione a 500 mila) e nei corridoi de La7 aleggia lo spettro di una chiusura anticipata. "Faccio un programma troppo lungo e con troppe interviste, faccio fatica sia a prepararmi sia a dare tutto quello che vorrei", si giustifica la padrona di casa Daria Bignardi con il Giornale che snocciala i dati della débâcle. Due virgola cinque per cento di share mercoledì, stracciate da Oliver Twist. Addirittura il 2,1% la settimana prima, quando è stata battuta pure dal Piccolo lord. E non siamo nemmeno a Natale. Cosa è successo? Il pubblico, che si è stancato anche di Floris, Santoro, Travaglio & C, secondo Giacomo Susca non ce la fa a stare davanti alla tv per tre ore di ammiccamenti e domande materasso. Perché è rimasto ben poco di barbarico nella sfilata di vip e politici sempre con un libro, un film, un cd, una riforma da piazzare. «Bentornaaati, bentornaaati alle Invasioni !», Daria accoglie con voce suadente, e poi apparecchia la sagra del conformismo.

Il futuro di Daria - La conduttrice se ne rende conto e pare che abbia perso ogni entusiasmo. Qualcuno sostiene che stia aspettando la fine della tredicesima edizione (mancano tre puntate) per salutare e togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Per altri, a distrarla sarebbero le sirene di Sky. Di certo c'è un intervento sul blog di Vanity Fair, dal titolo "Quando è il momento di lasciare?". Magari la Bignardi al giro di boa dei 54 anni, con un cachet di 500 mila euro a stagione, ha in mente una nuova vita: quella della scrittrice a tempo pieno in esilio dorato, tra un inverno a Gressoney e un'estate in Sardegna insieme a Luca e alla figlia Emilia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    24 Marzo 2015 - 08:08

    programmi sinistri, retti da kompagni sinistri. Penso che la gente di questi leccak@@i tipo la falsa radical chic, della nuora del pregiudicato, oramai ne hanno le balle piene. Sono falsi, bugiardi e leziosi, istruiti alla scuola delle frattocchie e solo pronti a riempirsi le tasche alla faccia degli Italiani. Abbiamo degli esempi famosi, partendo da fazio, nana bagonghi ,floris, santobue ecc...

    Report

    Rispondi

blog