Cerca

Vedove da boy band

One direction, le fan disperate si tagliano le braccia: "I love Zayn" col sangue

One direction, le fan disperate si tagliano le braccia: "I love Zayn" col sangue

La verità nascosta dietro a questa storia allucinante non la sappiamo né io né te. Se proprio la cerchi devi andare a sbirciare con fare malandrino nella Smemoranda di tua figlia, brufolosa adolescente e figlia di Maria (De Filippi). È una storia fatta di fetenti canterini che si mettono insieme per volere di un genio del male a formare la band per giovanotte più famosa che c’è, gli One Direction. Trattasi in effetti di cinque manzi in erba con barbe appena accennate che più le guardi e più ti accorgi che non son barbe vere, ma peli d’infante che ambiscono alla barbitudine.
Gli sbarbati in questione son maestri della rima «cuore/amore» cantata in inglese, in più son bellocci e fanno le smorfiette del genere che la ragazzina perde la brocca. E infatti la ragazzina perde la brocca. Solo che c’è modo e modo di stramazzare i santissimi ai tuoi genitori: un conto è se in mancanza del biglietto per assistere al concerto minacci il popolo di ucciderti trangugiando Kinder Bueno mixati a lasagne, altra cosa è se in risposta alla fuoriuscita dal gruppo di tal Zayn (avessi detto Bono degli U2) decidi di tagliarti braccia e gambe componendo frasi poetiche e sanguinolente tipo «I love Zayn». Fatto sta che da quando l’entourage della band ha comunicato che Bono degli U2, scusate, Zayn, ha mollato il gruppo per questioni personali (bei tempi quando a «uscire dal gruppo» era John Frusciante), le giovani brufolose sono completamente uscite di senno. Nell’era dei social è bastato inventare l’hashtag più minchione mai visto (#cut4Zayn) per veder proliferare foto delle tizie tagliuzzate come se le braccia fossero zucchine da fare alla julienne.

Pensa il genitore preoccupato: «Qui c’è poco da scherzare perché queste son fuse», solo che poi parli con lo strizzacervelli esperto dell’universo «ciccia & brufoli» e quello ti dice che più che per problemi di carattere psichico le birbanti «si spingono all’autolesionismo per mettere in atto una specie di operazione di marketing atta a far parlare dell’accaduto». Insomma, son fesse per davvero. Di più, scrivono boiate del genere «Non ci credo che Malik abbia lasciato la band, voglio morire» o «Tagliamoci i polsi così Malik torna». Neanche fosse un volontario dell’Avis.
Che poi indaghi e ti accorgi che il 22enne in fuga in realtà non avrebbe rinunciato al grano facile per andare a risolvere il problema della fame nel mondo, semmai sono gli altri che gli hanno dato una pedata nel malik dopo averlo minacciato: «O la smetti di spinellarti e di ridurti come una carcassa o te ne vai». E lui, affumicato come un salmone al cenone di Natale ha salutato la truppa ché tanto di quattrini ne ha già messi insieme abbastanza. E, insomma, la storia è tutta qui: ci son le ragazzine rimbambite dagli ormoni, le pop star che ci marciano, i tagli pulp, il tizio ribelle che alla cantatina preferisce il fuma-fuma. Cose già sentite. Confidiamo prima o poi nello sbarco dei marziani a portarseli tutti via.

di Fabrizio Biasin
@FBiasin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • elena.dalponte

    31 Marzo 2015 - 18:06

    Ma chi se crede sto qua!!! Ognuno ha i suoi gusti cavolo.......a noi piacciono gli 1D a lui potranno piacere gli U2!!! Noi non lo giudichiamo mica,e lui.....in teoria.....non dovrebbe giudicare noi

    Report

    Rispondi

  • ghezzialessia6

    31 Marzo 2015 - 17:05

    Carissimo giornalista, sarebbe il caso che lei imparasse la buona educazione e rispettare i gusti degli altri! A lei non piacciono i 1D? Bene ascolti pure quello che le aggrada di più! Ma per favore la smetta di scrivere articoli di questo genere!!!!

    Report

    Rispondi

  • Chry

    28 Marzo 2015 - 21:09

    ecco cos'erano quelle cicatrici sul volto di Brunetta

    Report

    Rispondi

  • larry stylinson

    larry stylinson

    28 Marzo 2015 - 15:03

    scusatemi, ma io vorrei tanto sapere chi si crede di essere sto tizio per venire a definire noi directioner "adolescenti brufolose", allora, io lo definisco un grande handicappato mentale, perchè non ha davvero rispetto delle persone. poi capisco che questa è la sua opinione, ma se la maggior parte sono boiate, potrebbe anche avere la decenza di tenersele per lui, grazie

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog