Cerca

Addio

Michele Santoro e Marco Travaglio, con la cancellazione di "Servizio Pubblico" il divorzio è ufficiale

Marco Travaglio e Michele Santoro

Niente più Servizio Pubblico. Dopo gli scarni risultati in termini di share la scelta per La7 è stata quasi scontata. L'editore Urbano Cairo ha deciso di "chiudere" il programma di Michele Santoro, pur senza volersi privare del teletribuno, che ad ora resta in attesa di nuova collocazione. Ma se ancora non si conosce il futuro televisivo di Santoro ci si può accontentare di una piccola certezza: con la cancellazione di Servizio Pubblico, sostiene Italia Oggi, il divorzio tra il teletribuno e Marco Travaglio è definitivo. Le voci sulla rottura del sodalizio professionale tra i due si rincorrevano ormai da mesi, voci che furono "de facto" confermate dalla mitologica lite in diretta avvenuta proprio nel corso di una delle prime puntate della stagione di Servizio Pubblico. E ora le voci non sarebbero più tali: il divorzio tra Santoro e il direttore del Fatto Quotidiano è ufficiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bimbonet

    02 Aprile 2015 - 14:02

    Io ho una grande simpatia per Marco Travaglio e una, non grande, per Michele Santoro, comunque simpatia, ora che la fine del sodalizio (Santoro-Travaglio) sembra vicina non mi dispiace più di tanto, mi auguro che ognuno vada per conto suo e nel miglior modo possibile con la speranza che Marco rimanga al di sopra di ogni parte, una necessità sempre più impellente.

    Report

    Rispondi

  • ireneus

    02 Aprile 2015 - 10:10

    Da quando Berlusconi e stato estromesso dai giudici comunisti tutti quelli che di lavoro facevano gli spargi guano sono rimasti disoccupati che tristezza che ci siano stati telespettatori loro affezionados che anno seguito questi residuati bellici.

    Report

    Rispondi

blog