Cerca

La decisione della Corte dei diritti

Luxuria contro la sentenza Ue sui gay donatori: "E' discriminatoria"

Luxuria contro la sentenza Ue sui gay donatori: "E' discriminatoria"

"Una sentenza altamente discriminatoria", così Vladimir Luxuria, leader per i diritti civili per le persone omosessuali, giudica la sentenza della Corte Ue che giustifica l’esclusione gay dalle donazioni di sangue in Francia. "È un atto discriminatorio, basato su pregiudizio che vede le persone omosessuali come untori", spiega Luxuria puntualizzando che "chi va a donare il sangue lo fa come atto di altruismo, per salvare vite umane, insomma lo fa per far del bene".
Nella sentenza sulla normativa francese è spiegato che l’esclusioni permante dalla donazione di sangue per uomini che abbiano avuto rapporti omosessuali può essere giustificata alla
luce della situazione nel Paese in cui il tasso di incidenza della malattia tra la popolazione omosessuale è 200 volte superiore al tasso registrato nel resto della popolazione. "Il tasso di incidenza della malattia in Francia non può essere una giustificazione", conclude Luxuria, "se un gay vuole donare il sangue è perchè è monogamo e ha abitudini di sesso protetto, il rischio di infezione o trasmissioni di malattie pericolose è uguale a quello di un eterosessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • soresina

    soresina

    03 Maggio 2015 - 12:12

    La corte ha fatto BENISSIMO!!! Questo luxuria vada a lavorare

    Report

    Rispondi

blog