Cerca

Festival

Festival di Cannes, nessun premio per i tre film italiani. Palma d'oro a Dheepan di Jacques Audiard

Festival di Cannes, nessun premio per i tre film italiani. Palma d'oro a Dheepan di Jacques Audiard

Il cinema italiano torna a casa a tasche vuote dal Festival del cinema di Cannes. A vincere la Palma d'oro della 68ma edizione è stato il film Dheepan di Jacques Audiard. A bocca asciutta Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, Mia madre di Nanni Moretti e Youth di Paolo Sorrentino. Il Grand Prix Speciale della Giuria dè stato assegnato a Saul fià, debutto alla regia dell’ungherese Laszló Nemes. La dura storia ambientata nel campo di concentramento di Auschwitz è
stata inoltre insignita del premio Fipresci e del Premio François Chalais.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    25 Maggio 2015 - 15:03

    ...quando è stato proiettato il film di nanni moretti alla fine (l 'hanno detto alla radio ) i giornalisti hanno battuto le mani per 10 minuti ora ho capito..erano contenti che il film era terminato hahahah

    Report

    Rispondi

  • kufu

    25 Maggio 2015 - 14:02

    Quindi la giuria di Cannes ha premiato l'argomento trattato e non i film

    Report

    Rispondi

  • machete883

    25 Maggio 2015 - 13:01

    questi tre bolscevichi all'italiana con la loro barbetta sinistra hanno avuto quello che meritano!! solo qui da noi ancora li considerano i kompagni di partito che succhiano alla tetta statale ormai secca !! hanno avuto il minimo che meritassero queste brutte facce ipocrite..come quel fabio fazio, znche lui barbuto, ma con i soldi che gli regalano togliendoli ai pensionati ! tre loschi !

    Report

    Rispondi

  • zydeco

    25 Maggio 2015 - 11:11

    I cineasti di regime italiani, arroganti e noiosi, che vivono coi soldi dello stato e andrebbero molto meglio se facessero meno politica e migliori film. Quanto ai cosiddetti film d'autore, si vedranno i risultati delloa cassetta. Il tanto vituperato cinema americano non vince i premi dei festival europei, ma fa i soldi. Il cinema italiano senza i contributi farebbe la fame.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog