Cerca

L'asso della webtv

Netflix in Italia, pronta una serie tv su Mafia Capitale per sfidare Mediaset e Sky

4
Netflix in Italia, pronta una serie tv su Mafia Capitale per sfidare Mediaset e Sky

Il ciclone Mafia Capitale terrorizza Sky e Mediaset. No, non l'inchiesta romana ma la fiction ispirata a Buzzi e Carminati che potrebbe essere il primo asso nella manica di Netflix. Il colosso globale dell'intrattenimento online a ottobre sbarcherà in Italia, lanciando la sfida soprattutto alle paytv con il suo carico di fiction di altissimo livello (un nome su tutti, House of Cards) e la forza della webtv, senza palinsesti né orari. Gli utenti abbonati possono vedere quello che vogliono, quando vogliono e dove vogliono. Per il mercato italiano il gruppo Usa da 5,5 miliardi di dollari e 62 milioni di utenti in 50 Paesi differenti, a quanto riferisce Carlo Tecce sul Fatto quotidiano punterà su una fiction sulla scia di Romanzo criminale e Gomorra, che non a caso hanno consolidato Sky in Italia presso il grande pubblico (e quello giovane). L'idea è venuta a Riccardo Tozzi, presidente di Cattleya (casa di produzione di Gomorra, appunto). Progetto in grande stile: 20 milioni di dollari per una decina di puntate, trattative ben avviate e possibili serie tv pure sul Vaticano.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    08 Luglio 2015 - 13:01

    Se c'era una minima possibilità di avere una banda larga anche in Italia, con questo arrivo, tramonterà anche quella. Per vedere la TV online ci vuole una ADSL veloce, e in Italia siamo a livello del terzo mondo...o peggio. Ma dove vuole andare il Paese di Pulcinella e di Mr. Bean Renzi? Siamo ultimi in tutto, escluso delinquenza, immigrati clandestini e zingari. Per non parlare dei politici!

    Report

    Rispondi

  • mpex81

    08 Luglio 2015 - 12:12

    Credo che netflix sarà una bella spina nel fianco alle tv attuali che niente sperimentano, vivono sull'esitente e alcune di esse servono come strumento di propaganda. D'altronde è il libero mercato, oppure i liberisti di casa nostra amano questa parola solo se non tocca i loro interessi ?

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    08 Luglio 2015 - 11:11

    Ma House of cards no. È di Sky? Va bene una nuova tv, ma le serie che già venivano trasmesse da una rete perché deve cambiare? Personalmente non penso che sconvolgerà più di tanto i piani di Mediaset o Sky

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media