Cerca

L'appuntamento

International Percussion Time, il festival dei linguaggi musicali a Villa Lomellina

International Percussion Time, il festival dei linguaggi musicali a Villa Lomellina

Organizzato dalla giovane associazione culturale "Percussion Time" in collaborazione con il comune di Montebello della Battaglia e di tantissimi sponsor che hanno creduto nel progetto, l'"International Percussion Competition" è la seconda edizione di una manifestazione dedicata interamente al mondo delle percussioni che si terrà dall'8 al 12 luglio presso “Villa Lomellini” (via Cavour 3/5) a Montebello della Battaglia. Composta da un concorso musicale e da cinque diverse master class aperte anche ai non iscritti (tenute da noti musicisti italiani ed internazionali come Gert Mortensen, Israel Varela, Dario Savron, Ruud Wiener, Simone Rubino, Lele Melotti, Andrea Dulbecco ed Emmanuel Sèjournè), è un'iniziativa molto ampia ideata dal percussionista jazz (e insegnante al conservatorio "Lucio Campiani" di Mantova) Loris Stefanuto.

L'idea è quella di valorizzare i talenti presenti sul territorio italiano e nel panorama internazionale dando spazio a tutti i linguaggi musicali, a tutte le formazioni e a tutti gli strumenti che compongono la numerosa famiglia delle percussioni: «Quello che sono riuscito a realizzare per la prima volta l'anno scorso e che ripropongo quest'anno in una veste leggermente diversa - ha spiegato Stefanuto, che è anche direttore artistico della manifestazione - è in realtà qualcosa che ho sempre avuto in mente di fare, un progetto che è maturato in tanti anni di insegnamento: il mio obiettivo era fare qualcosa per tutti coloro (ragazzi e adulti fino ai 38 anni, diplomati e non diplomati, professionisti e non professionisti) che si dedicano quotidianamente allo studio delle percussioni con una passione e un impegno che credo meritino di essere riconosciuti».

Ad aver aderito alla seconda edizione del concorso sono stati più di cento musicisti provenienti da tutta Europa (Polonia, Lituania, Finlandia, Grecia, Romania, Russia, Turchia, Spagna, Inghilterra) e persino da Giappone, Cina, Messico, Uzbekistan, Thailandia e Srilanka, i quali si sono sfidati divisi per età (Talent Scout, Junior, Senior) all'interno delle categorie Batteria, Vibrafono, Marimba, Tamburo e Gruppi per aggiudicarsi le ricche borse di studio in palio.

Quest'anno i premi vanno dai 3000 euro per il primo classificato nella sezione batteria, ai 2000 euro per il primo dei gruppi fino agli 800 per marimba e vibrafono e ai 500 per multipercussioni e tamburo. Oltre alle borse di studio, i vincitori potranno aggiudicarsi anche gli strumenti musicali offerti dai numerosissimi sponsor. Le iscrizioni all'edizione 2015 si concluderanno il 31 maggio. La giuria di ogni sezione è composta da un presidente e due percussionisti, tra cui sono presenti tutti i maestri delle master class insieme a Giorgio Di Tullio, Danilo Grassi, Mike Quinn e Paolo Pasqualin.

Previsti, nell'ambito del concorso, anche diversi concerti: giovedi 9 luglio alle 21.30 si esibirà Simone Rubino (vincitore dell'ultima edizione del Concorso Internazionale di Monaco) e venerdi 10 luglio alla stessa ora toccherà all'olandese Ruud Wiener e al francese Emmanuel Séjourné. Sabato 11 sarà invece la volta di Dario Savron e Gert Mortensen (direttamente dalla Danimarca).
Il concerto di premiazione dei vincitori della seconda edizione dell'International Percussion Competition si terrà domenica 12 luglio alle 21.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog