Cerca

Viale Mazzini

Lorella Landi fa causa alla Rai: "Basta precarietà"

Lorella Landi fa causa alla Rai: "Basta precarietà"

"Mi sono stancata della precarietà. Ho lavorato sedici anni per quest'azienda con contratti che dissimulavano la mia qualifica, tutti precari. Ad un certo punto, come hanno fatto tanti altri miei colleghi, ho chiesto il riconoscimento del mio titolo professionale con adeguamento, assunzione e quant'altro. Non comparivo in video perché c'era questa motivazione, ma non la potevo dire".

Lorella Landi ha fatto causa alla Rai e affida a Blogo i suoi lamenti. "Preferirei guadagnare tre volte di meno ma sapere di avere uno stipendio fisso, è quello che chiedono tutti i precari. La tranquillità è un diritto". La prima udienza c'è già stata. A novembre è attesa la seconda. In attesa della sentenza, Lorella non potrà andare in video. Intanto, dice, "c'era stata un'altra emittente che si era fatta avanti, ci siamo sentiti per sei mesi ma non c'era il budget necessario per sostenere una trasmissione giornalistica e svilupparla ad un certo livello. Non avevano budget".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kufu

    22 Luglio 2015 - 10:10

    "Una voce fuori dal coro" la Landi precaria. L'amica del sabato cambi mestiere e vedrà che sarà "normalizzata"

    Report

    Rispondi

  • kufu

    22 Luglio 2015 - 10:10

    "Una voce fuori dal coro" la Landi precaria. L'amica del sabato cambi mestiere e vedrà che sarà "normalizzata"

    Report

    Rispondi

  • arwen

    21 Luglio 2015 - 21:09

    Ma perdonatemi, paragonare questa signora ad un precario mi sembra un insulto. i precari sono i nuovi schiavi, pagati 4 soldi e sempre sotto schiaffo. La signora per arrivare alla RAI avrà sicuramente scalato qualche vetta con tanto di spintarella e i contratti "precari che firmava, non erano certo da 600 euro al mese. Facesse come tutte in RAi si cercasse il cetriolone che le garantisce il posto!

    Report

    Rispondi

  • allianz

    21 Luglio 2015 - 18:06

    Pestifero...Non conosci l'ambiente dei precari.Se parlava quando era dentro il merdaio RAI,a questa la mettevano sul libro nero e non la facevano lavorare più.E' capitato al sottoscritto quando lavorava per una certa azienda italiana.Per fortuna parlando 4 lingue e sapendo fare alla perfezione il mio lavoro me ne sono sbattuto le palle e me ne sono andato a lavorare con società inglesi.Da 22 anni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog