Cerca

Talent show

Torna X Factor: giuria tutta musicale, sì alle band. Mika, Fedez (e il fantasma di Morgan)

Torna X Factor: giuria tutta musicale, sì alle band. Fedez massacra Fragola

Aleggiavano due spiriti sulla conferenza stampa di presentazione della nuova, lunga stagione di X Factor. Quello di Morgan e quello di Aurora Ramazzotti. Il primo è il giudice "rottamato", dopo una gloriosa carriera tra alti e bassi: la sua presenza era diventata difficilmente gestibile, ma sarà davvero dura per il telespettatore fare a meno della sua verve. La seconda è la controversa neo-conduttrice della fascia di day time: in conferenza non c'era, ma gli addetti ai casting, avvicinati a margine, dicono che lei si meriti questa opportunità, che è sveglia e contemporanea, e che i detrattori cambieranno idea. Ci sarà tempo di parlare di e con lei, la fase live inizierà più avanti.

Per ora si parla solo delle Audizioni, al via dopo domani su Sky Uno, anticipate da un battage martellante, con la giuria tutta nuova e tutta musicale. Skin, il cui italiano, dice Elio, è quello che "si parlerà fra 300-400 anni"; Fedez, Mika ed Elio appunto, tornato sui suoi passi. Conduce sempre Alessandro CattelanMara Maionchi commenterà i casting dal backstage.

Nils Hartmann, direttore produzioni originali di Sky, parla molto di energia: "C'è una grande energia in giuria, per la prima volta è una giuria completamente musicale: abbiamo quattro popstar, ognuno con un originale musicale diversa. Prima volta nella storia internazionale di X Factor, ci saranno le band, che sono diverse dai gruppi vocali.

Elio li chiama "complessi". Perché è tornato, lui che aveva giurato "mai più?": "Mi hanno spinto varie cose. Il fatto che ci siano i complessi (mi piace dire complessi e non bands) che suonano perché io fatto parte di un complesso che non si scioglie. Il fatto che ci sia Skin, poi, perché è una delle mie cantanti preferite in assoluto... così ho la possibilità di toccarla e farle domande". Morgan? "Se ci fosse stato lui, io non sarei qui", dice Elio.

"I concorrenti mi sembrano sempre più consapevoli. Forse sono più pronti e maturi", aggiunge Cattelan, "nel programma quest'anno c'è un bellissimo clima, migliore rispetto a quello delle edizioni passate. C'è più divertimento". Merito dell'assenza dell'ex Bluvertigo?

Dicevamo dell'italiano di Skin. La sua abilità a imparare una nuova lingua non è paragonabile a quella di Mika, che in pochi mesi ha imparato  ciò che non tutti gli italiani sono in grado di fare: azzeccare i congiuntivi. "Io conosco molto la musica, sono una musicista seria. Ma è difficile parlare in italiano". 

Parla Mika, giudice per il terzo anno. "Ho iniziato questa esperienza con la paura dentro la pancia, la stessa che sta provando Skin. La capisco, non è facile. Ora posso rilassarmi ed esprimermi di più. C'è energia e sinergia fra noi quattro. Fedez lo scorso anno ha fatto un grande lavoro, ha creato un collegamento fra la competizione e quello che c'è stato dopo".

Fedez si dice più tranquillo. Lo scorso anno furono epici i suoi battibecchi con Morgan, al quale sibilò la parola "San Patrignano". "Con gli altri giudici mi trovo bene, sono più rilassato. Quest'anno ho conosciuto Mika per la prima volta, so che sembra assurdo. Ma lo scorso anno c'era più tensione, la vivevo con tanta paura e non me la sono goduta. Quest'anno, invece, mi sto divertendo". 

Il caso Lorenzo Fragola. Secondo Chi, appena a Fedez fai il nome di Lorenzo Fragola, vincitore dello scorso X Factor e suo ex pupillo, il rapper si irrigidisce. Questione di denari. "Inevitabilmente il successo ti cambia", taglia corto l'idolo dei giovanissimi.

Alessandra Menzani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog