Cerca

Festival

Tutti i nomi di Sanremo 2016: tantissimi dei talent, Morgan e poche vecchie glorie

Carlo Conti

Pochi minuti fa all'Arena di Massimo Giletti, come è accaduto lo scorso anno, Carlo Conti ha ufficializzato i nomi dei big che parteciperanno al prossimo Sanremo, a febbraio su Raiuno. Dopo attenta analisi, e disumane pressione dei discografici, ecco i nomi e le canzoni. Lo diciamo subito: la grande sorpresa è l'ex giudice di X Factor Morgan: cacciato da Sky, torna protagonista, e di sicuro sarà l'uomo delle polemiche.

-  "Via da qui" di Giovanni Caccamo e Debora Iurato (ex Amici)

- "La borsa di una donna" di Noemi

- "Noi siamo infinito" di Alessio Bernabei (ex dei Dear Jack)

- "Il primo amore non si scorda mai" Enrico Ruggeri (un grande ritorno)

- "Guardando il cielo" di Arisa

- "Wake up" di Rocco Hunt

- "Mezzo respiro" dei Dear Jack (derby contro Bernabei, bella idea)

- "Un giorno mi dirai" degli Stadio

- "Infinite volte" di Lorenzo Fragola (che torna)

- "Il diluvio universale" di Annalisa

- "Blu" di Irene Fornaciari (figlia di Zucchero, una canzone sulle tragedie dei barconi)

- "Sogni e nostalgia" di Neffa

- "Di me e di te"  degli Zero Assoluto

- "Ora o mai più" di Dolcenera (che aveva detto di non sopportare più la tv ma evidentemente ha cambiato idea)

- "Quando sono lontano" di Clementino

- "Cieli immensi" di Patty Pravo

 - "Finalmente piove" di Valerio Scanu (piove in tutti i luoghi e in tutti i laghi?)

- "Semplicemente" di Morgan e i Bluvertigo (il vero colpaccio dopo la cacciata da X Factor)

- "Nessun grado di separazione" di Francesca Michielin (secondo me vince lei, oppure Bernabei)

- "Vincere l'odio" di Elio e le Storie Tese

Insomma, tantissime starlette dei talent show, praticamente tutti, e qualche vecchia gloria. Torna anche il mitologico Dopofestival: Conti sa chi lo condurrà ma ancora non lo dice. Come sempre andrà in onda a orari marzulliani. Ospite comico Leonardo Pieraccioni, amico fraterno del conduttore. Conti spiega: "Festeggio i 30 anni in Rai, il primo contratto fu Discoring, mi hanno proposto anche la direzione artistica, non potevo dire di no, anche se il secondo anno è il più difficile. Lo faccio con la stessa onestà, lo stesso amore e la stessa squadra". E definisce il cast un "bellissimo mosaico", e "niente satira politica". Diviso lavoro in tre parti: i giovani, con proposte  nuove, i venti big e poi penseremo al contorno". Piccolo cambiamento al regolamento: nella serata del sabato uno dei cinque eliminati dalla gara sarà ripescato dal pubblico con il televoto.

Sarà Tale e quale lo scorso anno. Più o meno.

Alessandra Menzani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog