Cerca

Cosa ci saspetta

Dopo "Il risveglio della forza", il 2016 sarà l'anno dei nerd

Dopo "Il risveglio della forza", il 2016 sarà l'anno dei nerd

Gli astrologi hanno già incominciato a diffondere le previsioni sui segni vittoriosi del 2016. Puah. La vera categoria trionfante del 2016 non ha a che fare con segni d’acqua, di fuoco eccetera. No, è una categoria che in passato non ha avuto solo Saturno contro, ma tutto il mondo. È la categoria dei nerd, e il cammino trionfale degli occhialuti e delle occhialute sempre incompresi e dileggiati è cominciato in questo penultimo fine settimana del 2015 col megagalattico successo di Star Wars - Il risveglio della Forza, il nuovo episodio della space opera che è un caposaldo delle passioni nerd. Ha polverizzato ogni record, esordendo al botteghino col migliore incasso del weekend? No, della storia del cinema. Negli Stati Uniti ingressi per 238 milioni di dollari (il kolossal Jurassic World all’uscita ne aveva guadagnati 208). Se aggiungiamo i 279 milioni raggranellati a livello internazionale, siamo a quota 517 milioni di dollari nel mondo. Insomma, la nuova puntata della saga di George Lucas ha battuto tutte le saghe concorrenti: Harry Potter, Hunger Games, Jurassic Park, Il Signore degli anelli, alcuni tra i titoli più amati dai nerd di tutto il pianeta.

Avete presente i nerd, no? Sono i secchioni dolcemente sfigati, quelli che nella querelle tra persone normali se sia migliore il sistema operativo Windows o Os di Apple sfoderano che loro usano Ubuntu. Sono quelli che Wikipedia, più che consultarla, potrebbero redigerla per intero, perché sanno veramente tutto di tutto e lo dicono con aria timida e insicura perché - anche se hanno passato l’adolescenza da un po’ (o da un bel po’) - continuano a stravedere per oggetti culturali iperpop come fumetti, videogiochi, serie tv e - appunto - gli eroi del cinema.

I nerd sono i ragazzi e le ragazze solitamente occhialuti (perché hanno perduto le diottrie sui libri) che affollano le prime visioni di Star Wars magari indossando il costume di Darth Vader o, per le nerd, sfoggiando acconciature alla principessa Leila (le famose due girelle di trecce incollate ai lati del cranio).

Proprio in stile Guerre Stellari, il nerd - a lungo vituperato dai belloni palestrati convinti che cultura significhi «apprezzamento del culo femminile» - sta vivendo una clamorosa rivalsa. Una sorta di Star Nerds - Il risveglio delle schiappe. Schiappe nella vita reale, perché i maggiori quozienti intellettivi si trovano abitualmente tra i nerd. A questo sdoganamento sociale del nerd, cui è seguita prima la sospensione del giudizio negativo e poi la loro accettazione entusiastica, ha probabilmente contribuito più di tutto la splendida serie tv The Big Bang Theory, giunta ormai alla nona stagione, dove i protagonisti, in primis Sheldon Cooper, sono tanto intelligenti quanto cessi e semidisadattati. O, sempre tra le comedy series, New Girl, la cui protagonista Jess è una deliziosa rincoglionita che quando osa indossare un body sexy alla Emmanuelle (il romanzo e poi film e poi saga super erotica) ci mette sotto reggiseno e slip...

Lo si scrive senza snobismo, essendo noi fanatici dei - e forse anche esemplari - nerd. Fuor di sognante (auto)apologia, forse c’è anche il fatto che i nerd - essendo tanti ed essendo disposti a svenarsi per le loro passioni - costituiscono un mercato piuttosto fecondo. Che in questi anni è stato invaso dai film sui super eroi, dalle saghe fantasy e fantascientifiche, da serie tv e relativa gadgettistica. Ed è nel 2016 che la lunga marcia dei nerd giungerà ad una celebrazione mai vissuta prima: il via per l’affermazione della nerdaggine a livello mondiale l’ha dato appunto il clamoroso successo di Star Wars, apripista per una stagione 2016 destinata a fare impazzire di piacere i fanatici con le lenti spesse e le t-shirt di Superman.

Cominciamo dai super eroi. Attesissimo il film di Deadpool, il mercenario antieroe della Marvel con enorme successo di vendite anche nelle edicole e nelle fumetterie grazie al carattere quasi satirico (oltre che ricco d’azione) delle sue storie. Sempre dall’universo Marvel, è in arrivo X Men: Apocalypse, nuovo capitolo delle avventure degli eroi mutanti, con un’infornata di superstar (da Jennifer Lawrence a Michael Fassbender passando per Oscar Isaac). Targato 2016 anche il nuovo episodio dedicato a Capitan America e ai Vendicatori. Si intitolerà Civil War, è previsto per maggio, e vi ritroveremo personaggi amatissimi come Iron Man (Robert Downey Jr) e appunto il Capitano a stelle e strisce (il muscoloso Chris Evans). Ai nerd alla massima potenza il 2016 riserverà i film dedicati a due personaggi minori ma interessantissimi della scuderia Marvel, ovvero il mago moderno Doctor Strange e il mutante Gambit.

Ma forse i due blockbuster più attesi in assoluto sono quelli targati Dc Comics, cioè l’altra grande casa editrice di fumetti statunitense nerd adored. Tanto per cominciare, arriverà Batman vs Superman. La regia è affidata a Zack Snyder (già regista di 300, un altro caposaldo della videoteca nerd), ma soprattutto tutti i fumettari dell’universo aspettano al varco Ben Affleck, che sostituisce Christian Bale nei panni di Batman. Ancora più complicato il passaggio di testimone che riguarda l’altro filmone Dc Comics, cioè Suicide Squad. Anche lì, in questo caso, mega infornata di stelle (tra cui Will Smith), ma gli occhi sono puntati su Jared Leto, già premio Oscar, che interpreta il Joker. L’arcinemico di Batman, negli anni, è stato impersonato dal mostro sacro Jack Nicholson e poi da Heath Ledger, la cui performance è da molti giudicata insuperabile. Conosciuto anche per lo splendido Paradiso + Inferno o I segreti di Brokeback Mountain, Joker fu la sua ultima interpretazione completa: Heath morì poche settimane dopo. Le faide internettiane sono già cominciate, pro Christian Bale contro bendisposti verso Ben Affleck; idolatri di Ledger contro invasati di Leto e via dicendo: la situazione potrebbe degenerare. Ma i nerd non sanno menare, quindi non scorrerà sangue.

Non è finita. Per il filone fantasy/fantascienza, in luglio arriverà Star Trek: Beyond, nuovo capitolo della «rivitalizzata» (e infinita) saga spaziale che rivaleggia con Star Wars. In giugno, poi, il regista Roland Emmerich manderà in sala un seguito dell’amatissimo Indipendence Day. Si chiamerà Indipendence Day: Rigenerazione e ci saranno tra gli altri Jeff Goldblum e Liam Hemsworth. Infine, il filmone nerd-imperdibile Warcraft: l’inizio, ispirato all’omonimo videogioco di strategia che ha già ispirato giochi di carte, fumetti, libri e chi più ne ha più ne metta.

È la nerd revenge 2016: il politically correct sarà soppiantato dal nerd correct. Preparatevi. Avete otto giorni di tempo.

di Gemma Gaetani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog