Cerca

I sex symbol

Marlon Brando e James Dean, le rivelazioni: gay e amanti, tra sesso, violenza e umiliazioni

Marlon Brando e James Dean, le rivelazioni: gay e amanti, tra sesso, violenza e umiliazioni

Una storia di sesso gay, violenze, sottomissione e umiliazioni. Sarebbe stato questo il torbido legame tra Marlon Brando e James Dean, secondo il libro James Dean: Tomorrow never comes di Darwin Porter e Danforth Prince. Secondo il Daily Mail, che cita l'opera, i due attori cult di Hollywood sarebbero stati amanti in un rapporto più simile a quello che intercorre tra un padrone e un servo, e il più giovane Dean era nella posizione di debolezza. A parlare sono le persone che hanno conosciuto Brando e Dean dentro e fuori dal set: secondo molti di loro il secondo era un po' un "cucciolo di cane", trattato in maniera sprezzante da Brando che lo avrebbe più volte fatto attendere al freddo fuori dal suo appartamento prima di farlo entrare per fare sesso.

Il primo incontro tra i due sarebbe avvenuto nel 1949 a New York durante un'apparizione pubblica di Brando, fresco interprete di Un tram che si chiama Desiderio. Tra il pubblico c'era anche Dean, che si presentò come un suo fan, dicendosi confuso su molte cose ma non sull'ammirazione per lui. Una frase sibillina che avrebbe convinto Marlo a guardarlo negli occhi e baciarlo, dopo una breve pausa. Dean confessò che Brando lo comandava sempre mentre facevamo l'amore e i due, a detta di chi li frequentava, erano inseparabili, "decisamente una coppia". "Jimmy era davvero innamorato di Brando - spiega un loro amico -. Quanto a Brando, non credo avesse mai amato Jimmy". Il simbolo di questo rapporto sbilanciato? Le ferite sul corpo di Dean: durante una cena si tolse la camicia e mostrò un petto pieno di bruciature causate da sigarette. I suoi amici erano pronti a chiamare la polizia ma lui confessò che era stato lui stesso a chiedere a Marlon di bruciarlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog