Cerca

Processo

Inviato del "Le Iene" condannato per diffamazione: quanto deve pagare e a chi

Inviato del

Filippo Roma, inviato del programma televisivo "Le Iene" è stato condannato dal tribunale di Milano a pagare un'ammenda di mille euro e oltre 50 mila euro di risarcimento per diffamazione. Il processo versava sul contenuto di tre servizi televisivi che screditavano il contenuto dei prodotti editoriali di Cairo Editore Nuovo e Diva e Donna. Come riportato da Dagospia sono stati assolti l'ex direttore della rete televisiva Italia 1 (gruppo Mediaset) Luca Tiraboschi e l'autore della trasmissione Davide Parenti. Assolti anche coloro che erano stati intervistati per la produzione dei servizi: Anna Tatangelo, Gigi D'Alessio, Eleonoire Casalengo e Vanessa Incontrada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    19 Marzo 2016 - 15:03

    E' un buon inizio! Finalmente qualcosa cambia! Bisogna essere preparati perché non è vero che chiunque possa fare televisione!!

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    19 Marzo 2016 - 10:10

    Ecco cosa succede ai ben pensanti di sinistra e profroci. ben vi sta! Ma adesso che siete stati condannati e che quindi potete annoverarvi tra la classe dei delinquenti, lo dite o farete gli gnorri come tutti coloro che voi accusate? Siete stati sodomizzati quindi da ora in poi pottenere essere chiamati feroci, oppure scusate gay, ma perché un fuoco che si fa chiamare gay, è forse meno frocio?

    Report

    Rispondi

blog