Cerca

La confessione

Cuccarini, le tette e la mazzata dal Cav: "Antonio Ricci mi voleva fregare, ma..."

Cuccarini, le tette e la mazzata dal Cav: "Antonio Ricci mi voleva fregare, ma..."

Pilastro della storia dell'intrattenimento televisivo, Lorella Cuccarini si è raccontata in una lunga intervista sul Fatto quotidiano. Dopo il lancio a metà anni '80 in Rai sotto l'ala protettrice di Pippo Baudo, la Cuccarini accettò la corte di Fininvest, nonostante il giudizio tranchant di Silvio Berlusconi che disse: "Ha poche tette, non è il mio tipo". E lei stessa ricorda senza rancori: "Aveva ragione - scherza - Non me la presi. Il periodo della Fininvest fu intenso. Arrivai a Milano due con Pippo e in breve mi ritrovai a lavorare con Antonio Ricci a Odiens". Fu in quell'occasione che il padre di Striscia la notizia avrebbe messo in pratica il suo piano diabolico: "Diceva ai quattro venti che avrebbe voluto farmi crescere - ricorda la Cuccarini - ma in realtà aveva altre intenzioni: demolire la soubrette, l'immagine Rai, tutto quello per Fininvest mi aveva ingaggiato portandomi via da viale Mazzini". Una volta capito il piano di Ricci, però, la Cuccarini si è ritrovata di fatto a condurre il programma, dando vita a una pagine indimenticabile della tv italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    14 Maggio 2016 - 20:08

    In effetti è stato un periodo bellissimo, Canale5 metteva in onda programmi molto belli ed attraenti, i conduttori erano azzeccati e rampanti si sentiva un aria frizzante e bella che irradiava positività, ben diversi dalle programmazioni odierne che sanno di vecchio e di stantio peggio della rai.

    Report

    Rispondi

  • fano46

    14 Maggio 2016 - 19:07

    non è un po' megalomane?

    Report

    Rispondi

blog