Cerca

Inshallah

La Bignardi ordina: "Vestitevi così": come riduce le giornaliste di Rai3

Daria Bignardi

Oltre ai programmi in Rai si prepara la rivoluzione dell'immagine del servizio pubblico. Dopo l'ordine di servizio del direttore di Rai Parlamento, Gianni Scipione Rossi, che nei giorni scorsi ha messo nero su bianco abiti, camicie, accessori e colori con cui si devono vestire i conduttori dei telegiornali, riporta il Messaggero, anche Daria Bignardi detta le sue regole in materia di look.

La direttrice di Raitre ha riunito costumiste e truccatrici. L'ordine perentorio è: per gli uomini si richiede un completo classico (gessato e non) con camicia e cravatta di buon gusto. Per le donne, le regole sono ferree: niente tubini, vestiti stretti, bandito il nero giudicato troppo sexy per la tv di Stato. Niente orecchini vistosi, vietato il tacco 12. Il trucco deve essere leggero. La Bignardi invita poi a indossare colori tenui, camicette non scollate, pantaloni o gonna non mini: insomma, vuole che tutte si vestano come lei. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gescon

    28 Maggio 2016 - 13:01

    Sinistra che invecchia. Prima non si contiene e si esibisce poi diventa pura e casta quando cala l'indice di gradimento. Sinistra al servizio.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    27 Maggio 2016 - 20:08

    Bostretta, ti facevo più intelligente...

    Report

    Rispondi

  • milibe

    27 Maggio 2016 - 18:06

    come volevasi dimostrare: conta l'apparenza non la sostanza, d'altra parte che ci si aspettava da una come la bignardi?

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    27 Maggio 2016 - 16:04

    il buon gusto non dovrebbe venire "imposto", però consiglierei anche un simil consiglio anche alle varie co-conduttrici di alcuni programmi. a parte questo le imposizioni non mi piacciono proprio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog