Cerca

Guerra a Raitre

Scoppia l'alluvione di insulti contro Fazio. Sfregio ad Angela, la vendetta dei fan

Scoppia l'alluvione di insulti contro Fazio. Sfregio ad Angela, la vendetta dei fan

Dici Rai Tre e pensi a Fabio Fazio, vero papa laico del piccolo schermo. Certo, ci sono anche Milena Gabanelli, se amate le inchieste, e Federica Sciarelli, particolarmente amata dal vertice aziendale. E in alternartiva c' è Diego Bianchi, in arte Zoro, ma solo se fate parte di quella setta dedita ad una comicità che non fa ridere. Mica vi viene in mente Daria Bignardi, neo direttore del terzo canale della tv pubblica. L' ex conduttrice delle Invasioni Barbariche, su La7, fa notizia per il dress code imposto alle conduttrici, immaginate tutte a sua immagine e somiglianza. Come tante darie. Vaghe stelle dell' orsa, insomma.

Perché il vero direttore di Rai Tre non è lei, ma Fabio Fazio, diventato il padre padrone del terzo canale dell' emittente pubblica. Che fa e disfà a suo piacimento i palinsesti, sforando e mandano in onda più tardi gli altri programmi. Come ha sperimentato sulla propria pelle Alberto Angela, conduttore particolarmente amato di Ulisse, il piacere della scoperta, il programma televisivo documentaristico ideato da Piero Angela ed Alberto Angela, e condotto da quest' ultimo, in onda dal 2000 su Rai Tre. O come toccheranno con mano nella nella prossima stagione la Gabanelli e Iacona che verranno traslocati al lunedì sera, in modo da non disturbare il padre padrone di Rai Tre. Che non è la Bignardi. Perché Ulisse, come Report e Presa Diretta, saranno pure prodotti di nicchia, come dicono gli addetti ai lavori, ma sono particolarmente amati dal pubblico del terzo canale. Ulisse, per esempio, soddisfa la voglia di scienza dell' abbonato Rai, stufo della fantascienza dei talk, al punto da mettere all' indice Fazio, signore degli anelli catodici, per lo sforamento di sabato scorso. Che tempo che fa si è dilungato per quasi un' ora prima di passare la linea alla trasmissione di Angela, andata in onda alle 22,45 invece delle rituali 21,45 (pur essendo le 21,30 quello ufficiale), penalizzando lo share. A quell' ora il pubblico si riduce e l' audience ne risente.

Sia Angela che i telespettatori non hanno digerito affatto lo sgarbo di Fabio, ormai in preda al delirio di onnipotenza, esternando sui social lo scontento di chi ha dovuto attendere a lungo il programma e, in parallelo, la rabbia nei confronti di Fazio, non nuovo a questo trattamento. «Che due p..e con Fazio», scrive un telespettatore su Facebook, «possibile che i programmi di divulgazione ed approfondimento siano sempre relegati in seconda serata (22:10 è seconda serata)? Scala Mercalli ed Ulisse andrebbero messi in onda alle 21 cosi pure bambini e ragazzi potrebbero vedere un po di tv sana e non la solita porcheria».

«Forse Fazio crede di avere Molti spettatori», scrive Maurizio Sisimbro, «ma sono solo le persone come noi che aspettano Ulisse. Comunque, seriamente, perché non gli chiudono il programma a forza alle 21.35? Mio padre vuole seguire Ulisse ma per lui è tardi e si addormenta, per colpa di Fazio». E poi uno si chiede come mai la Rai perde ascolti. Non solo. Trattandosi di Servizio pubblico, il terzo canale non è un affare privato di Fazio, ma dell' azienda. Se fosse tale, ovvero al servizio del pubblico, dovrebbe far sentire la propria voce. Invece preferisce tacere. In fondo, come ha fatto notare Michele Serra sul quotidiano La Repubblica, «non è questione di editti bulgari ma di una prassi quotidiana», afferma il giornalista, «di un' atmosfera palpabile che fa sì che di tutti gli ospiti della Rai (migliaia) solo i politici non si comportino da ospiti, ma da padroni di casa». E siccome Fabio ospita i politici mentre Angela fa «parlare» le mummie, lo sforamento di sabato lo si giustifica con la «ragion di stato». Del suo stato, quello di Fazio.

Enrico Paoli
@enricopaoli1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Adrianopolli59

    24 Giugno 2016 - 10:10

    Sono pienamente d'accordo con Maurizio Sisimbro! Bravo! Adrian

    Report

    Rispondi

  • Adrianopolli59

    24 Giugno 2016 - 10:10

    Sono pienamente d'accordo con Maurizio Sisimbro! Bravo! Adrian

    Report

    Rispondi

  • vagabondo75

    vagabondo75

    03 Giugno 2016 - 11:11

    ....ma dai!!! Vogliamo mettere i vaffa, i caz@@ della Littizzetto con i documentari di Piero Angela? :-) Manderei Fazio e Littizzetto all'isola (dei famosi?) fino alla fine dei loro giorni a parlare con i pesci...

    Report

    Rispondi

  • Kerenkeren

    03 Giugno 2016 - 10:10

    Chi autorizza il Comunista da 2/2,5 milioni di euro a sforare regolarmente di 10/15 minuti la sua demenziale trasmissione ,perché e' su una Rete Rai feudo dei comunisti come lui?la cosa irritante e' che ci e' anche imposto un canone per strapagare un tizio del genere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog