Cerca

Intervista alla conduttrice

Alessia Marcuzzi a Libero: "Polemiche e veleni, adesso parlo io"

Alessia Marcuzzi a Libero: "Polemiche e veleni, adesso parlo io"

 

Giallo. Se dovessimo descrivere la piacevole chiacchierata con Alessia Marcuzzi utilizzando un colore, sceglieremmo proprio questo. Sia per il caschetto biondo curly che accompagna il suo viso sbarazzino. Sia per la solarità del suo frizzante. Sia per la temperatura di Piazza del Popolo. E qui le curve della signora poco c’entrano, cari maschietti. La storica piazza romana è infatti il luogo simbolo del Coca Cola Summer Festival-Il gusto dell’estate. Che di gusto ne dà parecchio perché consacra i grandi successi dell'estate. La trasmissione - coprodotta da Fascino Pgt e F&p (per la parte artistica) - andrà in onda nei lunedì di luglio su Canale 5. 

Ha condotto il Festivalbar, ora il Coca Coal Summer Festival. Le fa sempre effetto tornare in piazza? 

"E’ una grande emozione. Il contatto diretto con la gente mi regala sensazioni straordinarie. Mi piace talmente tanto il calore del pubblico che anche quando sono in studio, per il Grande Fratello o L’Isola dei Famosi, esco dal camerino un po’ prima e vado a chiacchierare con chi poi mi accompagnerà nel corso della diretta. E’ un segreto che mi ha insegnato Fiorello. Quando conducevamo insieme il Festivalbar, all’ora di pranzo, andavamo a tenere compagnia alla gente che, sotto il sole cocente, ci aspettava fino a sera. Questi piccoli gesti creano empatia con il pubblico. 

Fiorello è stato un bravo maestro. 

"E’ un fuoriclasse. Abbiamo lavorato insieme e ancora adesso mi porto dietro i ‘segreti’ che lui mi ha insegnato. Una bella persona, un grande professionista".

Sul palco del Coca Cola Summer Festival tantissimi nomi eccellenti della musica italiana: da Zucchero a Emma, da Max Pezzali a Francesco Renga. Contenta che la musica sia tornata in tv? 

"Sì, la musica è aggregante. Sono stata a vedere i Pooh all’Olimpico di Roma e i Coldplay al Wimbledon Stadium di Londra, ho visto migliaia di persone cantare la stessa canzone: in quel momento tra di loro non c’era nessuna differenza".

Quali sono le sue canzoni del cuore? 

"Da piccola adoravo gli Smashing Pumpkins, i Depeche Mode e poi Madonna e i Duran Duran. Oggi mi piacciono i Coldplay e Laura Pausini, mia cara amica. Sono legata anche ad Almeno tu nell’universo di Mia Martini, Mia (avuta da Francesco Facchinetti, ndr) si chiama così in onore di quel brano; e a Tutti i miei sbagli dei Subsonica. L’ho presentata sul palco dell’Ariston quando conducevo il Dopo Festival". 

I talent li guarda? 

"Sono un’addicted di Amici"

 Se Tommaso (figlio di Alessia e Simone Inzaghi, ndr) o Mia le dicessero che vogliono fare i provini per un talent, sarebbe d’accordo? 

 "Sì, i talent sono diventati il luogo il cui si valorizza una dote con impegno e sacrificio".   

 E’ appassionata di serie tv. La sua preferita? 

 "24. Mi sono piaciute molto anche True Detective, Orange is the new black, Homeland e Narcos".   

 Facciamo un bilancio della passata edizione dell’Isola?

 "Guardo gli ascolti e il gradimento del pubblico, per questo dico molto bene. Le polemiche e le critiche fanno parte del mio lavoro". 

 Ci sarà anche l’anno prossimo?

"Sì, dovremmo essere in onda primavera prossima". 

 E il Gf Vip?

"E’ un programma simile all’Isola per certi versi, non potrei condurre entrambi. E’ giusto cambiare. A Ilary Blasi posso dire che sarà un’esperienza meravigliosa". 

Che cosa non ha ancora fatto e le piacerebbe fare? 

 "Presto sarò la voce di Tulip in "Cicogne in missione", il cartone animato di Warner Bros in uscita a ottobre. Inoltre, mi piacerebbe realizzare un programma tagliato al femminile".

 E’ un momento storico importante per le donne: Hillary Clinton potrebbe diventare il primo presidente donna degli Usa, a ‘casa nostra’ Chiara Appendino e Virginia Raggi sono neosindaci. Per chi ha votato? 

 "Il voto è segreto. Sono molto contenta che anche nelle istituzioni ci sia finalmente una forte presenza femminile". 

 E’ attiva sulla Rete: il suo sito lapinella.it è tra i più cliccati, su Instagram ha 2.3 milioni di follower e da poco ha lanciato Pinella App City, dedicata ai viaggi, che sta andando molto bene. Internet può avere un ruolo importante anche nel creare un sodalizio tutto al femminile? 

 "Assolutamente sì. So che Loredana Bertè, Fiorella Mannoia e molte altre cantanti saranno all’Arena di Verona il prossimo 19 settembre per un concerto contro il femminicidio che è una cosa orribile.  Mi piacerebbe molto creare un app che possa aiutare le donne a uscire dall’incubo quotidiano della vessazione maschile. Lancio un appello alle mie colleghe ‘famose’: Uniamoci, sulle rete, nello spettacolo, nella vita. Ovunque. Facciamo sentire la nostra forza". 

Antonella Luppoli

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog