Cerca

Gelo

Diletta Leotta chi? Lo sfregio di Paola Ferrari: "Ecco chi sono le mie vere eredi"

Diletta Leotta chi? Lo sfregio di Paola Ferrari: "Ecco chi sono le mie vere eredi"

Successo di ascolti e di critica per l' Europeo targato Rai. Paola Ferrari, al termine di una maratona di un mese, traccia un bilancio. «A differenza delle altre volte l' entusiasmo ha soppiantato la stanchezza. Ci siamo davvero appassionati a questa Nazionale così coesa, come lo è stato il nostro gruppo».
Il bell' Europeo degli Azzurri non l' ha sorpresa, quindi.
«Io ci credevo fin dall' inizio. Ma anche tanti italiani. La partita d' esordio in Rai è stata seguita da quasi 17 milioni di persone. L' Italia ha incarnato lo spirito della gente. Certo, mancava un finalizzatore...».

Specie visto cos' hanno combinato Pellè e Zaza.
«In diretta abbiamo enfatizzato i loro errori, ma a mente fredda mi sento comunque di doverli premiare. Sono stati gesti dettati dalla paura».

Le faccio qualche nome: Zenga, Insinna, Sacchi e Balzaretti. A chi va l' Oscar dell' Europeo in tv?
«Sacchi è un guru, Zenga e Balzaretti eccellenti, ma il vero vincitore è Insinna. Ha condotto come un grande istrione».

E lei? Proseguirà in Rai?
«Non lo so ancora. Non mi dispiacerebbe fermarmi un po'».

Starlette a parte, chi potrebbe raccogliere il suo testimone?
«Fuori da casa nostra Monica Vanali è la migliore. In Rai dico Monica Matano e Simona Rolandi».

Chi vince stasera?
«Dico Portogallo».

Intervista di Daniele Dell'Orco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francescoconforti27

    11 Luglio 2016 - 08:08

    una Barbie da 1 quintale farcita di cerume inguardabile

    Report

    Rispondi

  • kufu

    10 Luglio 2016 - 17:05

    Quando si dice mettere sulla bocca di un altro quel che si pensa

    Report

    Rispondi

blog