Cerca

Soluzioni alla crisi

Mediaset diventa porno: tre canali hot sul digitale

Dal 22 marzo sui canali 391, 392 e 393 del digitale terreste sarà possibile acquistare il pacchetto "Hot Time" con due particolari offerte, da 9 e 12 euro

Mediaset diventa porno: tre canali hot sul digitale

L'Italia è in piena crisi, le risorse finanziarie a disposizione delle famiglie iniziano a scarseggiare e anche le più grandi aziende subiscono l'andamento turbolento dell'economia. I bilanci registrano perdite considerevoli e occorre inventarsi "nuovi modi" per attirare la clientela. Anche le reti Mediaset devono aver pensato che in tempi di "depressione finanziaria" è bene non farsi prendere troppo dai moralismi e così... Cos'è che interessa davvero agli italiani oltre al calcio? Eh già. La risposta è alquanto scontata ma mai da sottovalutare. L'azienda televisiva è pronta a lanciare sul mercato tre nuovi canali: hot, ovviamente. Il settore, si sà, non conosce crisi e così dal 22 marzo sui canali 391, 392 e 393 del digitale terreste sarà possibile, dalle ore 23 fino alle 2, passare il tempo in compagnia del pacchetto "Hot Time". I costi sono di 9 euro per avere accesso alla programmazione di un solo canale per tutta la notte ma per i più "bisognosi" c'è l'offerta "unlimited" per poter usufruire dell'intero palinsesto di tutte e tre le reti a 12 euro, anche questa promozione però valida per una sola serata. Non fatichiamo a credere che, con questi prezzi, i bilanci Mediaset si risolleveranno velocemente ma forse non si potrà dire altrettanto delle tasche dei più "golosi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • christianpuccetti

    02 Luglio 2014 - 16:04

    topa

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    16 Marzo 2013 - 14:02

    E' mica ...per caso...la TV del nano?! Mi sorprende che entri nel mercato solo adesso. Chissà se trasmetteranno qualche clip del Bunga Bunga, con Silvio mascherato e senza tacchi....!!! Buffoni !

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    15 Marzo 2013 - 15:03

    che quelli che scrivono "contro" saranno i primi che compreranno il diritto di visione. Ipocriti!

    Report

    Rispondi

  • vecchiodeluso

    15 Marzo 2013 - 12:12

    ogni cretino può spendere i suoi quattrini come vuole, basta che non sia necessario curarlo a spese della comunità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog