Cerca

Ma davvero?

Rai, Parliamone sabato: la lista-choc sul perché gli uomini preferiscono le donne dell'Est. Polemica su Paola Perego

Rai, Parliamone sabato: la lista-choc sul perché gli uomini preferiscono le donne dell'Est. Polemica su Paola Perego

"Non fignano, non si appiccicano e non mettono il broncio". "Sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa". "Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo". "Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni". E ancora: "Sono disposte a far comandare il loro uomo". Di cosa stiamo parlando? Del manualetto del perfetto maschilista? Tutt'altro: si tratta della "lista" dei perché "gli uomini italiani preferiscono le straniere", trasmessa a Parliamone sabato, la rubrica di La vita in diretta in onda su Rai1 nel pomeriggio di sabato condotta da Paola Perego. E ancora, ci si interrogava sulle donne che vengono dall'est: "Sono rubamariti o mogli perfette?". Il tutto in una grafica in sei punti, che potete vedere nell'immagine.

Una lista, va da sé, subito tacciata di sessismo e razzismo: sui social, la polemica impazza. E in effetti era difficile immaginarsi un simile dibattito nel corso del contenitore di sabato della tv di Stato. Per inciso, tra "i motivi per scegliere una fidanzata dell'est", si leggeva anche che "perdonano il tradimento". Roba da matti, insomma. L'incredulità è palpabile. Il tema è stato affrontato dalla Perego e dagli ospiti in studio, tra cui l'ex Miss Italia Manila Nazzaro, il direttore di Novella 2000 Roberto Alessi, Marta Flavi e l'attore Fabio Testi. La conduttrice, da par suo, ha sottolineato che il "foglio" con le sei ragioni sul "fascino delle donne dell'est" era stato pescato su internet.

In studio il dibattito è stato surreale: tutti, seri e puntigliosi, hanno analizzato i punti, senza neppure una vaga ombra di indignazione. Ovviamente, il caso si è sviluppato ed amplificato sui social. E nella mattinata di lunedì è intervenuta anche Monica Maggioni, la presidente Rai, con toni durissimi: "Non ho visto la puntata, lo sto scoprendo dai siti. Quello che vedo è una rappresentazione surreale dell'Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile". 

E ancora, la Maggioni ha aggiunto: "Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso. Ogni giorno ci interroghiamo su quale immagine di donna veicoliamo, su come progredire, uscire dagli stereotipi. Poi accade un episodio come questo: il problema non è una battuta inconsapevole, ma la costruzione di una pagina su un tema del genere: è un'idea di donna che non può coesistere con il servizio pubblico". "Per prima cosa - dice ancora la presidente - mi scuso. Poi come azienda cercheremo di capire come è nata una pagina di questo tipo".

Prima delle scuse della Maggioni, erano arrivate  via Twitter quelle del direttore di Rai1, Andrea Fabiano: "Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito a #Parliamonesabato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bozzicolonna

    21 Marzo 2017 - 09:09

    Comunque il decalogo assomiglia molto a quello donnne vs birra..dove vince la birra naturalmente

    Report

    Rispondi

  • bozzicolonna

    21 Marzo 2017 - 09:09

    Se si fa faessero meno seghe mentali l'italia sarebbe un posto migliore...ma tant'è..la tv statale fa schifo come tutte le cose statali abnormi...ma si segano sulle immagini ..la sostanza è un'altra cosa

    Report

    Rispondi

  • luigino23

    20 Marzo 2017 - 21:09

    E' semplicemente ridicolo chiudere un programma d'inchiesta peri risultati che sono emersi dalle interviste. In RAI, radio e televisione dalla mattina presto alla sera tardi si sentono tante castronerie, ma nessuno si indigna sino al punto di far chiudere il programma!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • alpinorobica69

    20 Marzo 2017 - 11:11

    Verità sacrosante!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog