Cerca

Annuncio choc sul New York Times

Angelina Jolie si toglie il seno
"Così posso evitare il cancro"

Angelina Jolie

Angelina Jolie

 

Angelina Jolie ha rivelato di essersi sottoposta a una duplice mastectomia preventiva per ridurre il rischio di cancro. Lo ha raccontato al New York Times spiegando di aver scelto la procedura perché ha un gene che aumenta il rischio di cancro al seno e alle ovaie. "I medici ritenevano che avessi l’87% di probabilità di sviluppare un cancro al seno", ha raccontato. "Ho scelto di essere proattiva e di minimizzare al massimo i rischi. E ho deciso di ricorrere a una duplice mastectomia".

"La mia scelta medica". Leggi l'articolo di Angelina Jolie

Una scelta medica - Una decisione questa che aprirà un dibattito sulla prevenzione dei tumori al seno e che farà molto discutere. La bellissima attrice ha scritto una sorta di editoriale per il quotidiano statunitense intitolato "My Medical Choice" (la mia scelta per la salute). Tra i volti più amati e pagati di Hollywood, la Jolie ha spiegato di aver voluto raccontare la sua esperienza per incoraggiare le donne che sono nella sua identica condizione - con una storia famigliare di cancro (l'amatissima madre morì per un tumore a soli 56 anni) - e incoraggiarle a cercare informazioni dai medici e compiere scelte informate. E ha aggiunto di esser riuscita a tenere nascosta la notizia pur continuando a lavorare. 

La mastectomia - Il gene incriminato che i medici avevano individuato nel suo Dna è il BRCA1, che - secondo i sanitari - aumenta fino all’87% il rischio di cancro al seno e del 50% quello di cancro ovarico. "Ho cominciato con il seno, perché il mio rischio di cancro è superiore a quello ovarico e l’intervento chirurgico è più complesso". L’attrice ha aggiunto di aver concluso il 27 aprile scorso tutte le procedure sanitarie necessarie alla mastectomia; ed ora il rischio di cancro al seno è sceso all 5%. "Posso dire ai miei figli che non devono temere che mi perderanno per un cancro al seno". Tutta la fase chirurgica si è realizzata in due fasi, la seconda della quale è un’operazione che può durare fino a 8 ore, perchè il tessuto mammario viene rimosso e sostituito con riempitivi temporanei. "Ti svegli con i tubi di drenaggio e gli espansorì nel seno: sembra una scena di un film di fantascienza. Ma già alcuni giorni dopo l’intervento si può tornare alla vita quotidiana". 

L'amore della famiglia - La Jolie ha aggiunto che Brad Pitt, il suo compagno da tempo - padre dei suoi tre figli biologici e dei tre adottati - le è stato sempre accanto e l'ha sempre sostenuta: "Siamo riusciti a trovare anche dei momenti per ridere insieme". Ed ora, dopo il calvario, le rimangono solo piccole cicatrici sulla pelle, ma nulla di cui i suoi bambini debbano spaventarsi. "E dal punto di vista personale, non mi sento affatto meno donna. Mi sento ancora più forte per aver compiuto un scelta forte che in nessun modo diminuisce la mia femminilità".   L'attrice ha spiegato che il costo per l’analisi per il gene BRCA1 e l’altro gene difettoso, il BRCA2, costa negli Usa circa 3mila dollari; il che - ha ammesso - "rimane un ostacolo per molte donne". Ma si è augurata che le donne che vivono sotto la minaccia del cancro siano in grado di sottoporsi all’esame. "La vita porta con sé molte sfide. Quelle che non ci dovrebbero spaventare sono quello che possiamo affrontare e controllare".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LENABOGOSSIAN

    15 Maggio 2013 - 14:02

    l'appellativo di ignorante del quale me ne vanto se tutti i sapienti hanno la sua valenza......rispondo che, dopo aver tolto la ghiandola pilota che testimonia la presumibile presenza di un cancro, si fa anche "piazza pulita" di tutte le giandole ascellari. Non si toglie un seno così tanto per fare, ma si toglie il complesso ghiandolare! Qualora volesse essere edotto in maniera più.....qualificata legga gli scritti del Prof. Veronesi. Grazie ancora per i complimenti.

    Report

    Rispondi

  • zucconi

    15 Maggio 2013 - 12:12

    La più recente letteratura scientifica in argomento evidenzia che le cause che predispongono, soprattutto le donne, a specifiche patologie tumorali al seno in particolare (senza origine organica certa) hanno una forte componente psicologica di tipo emozionale. Nello specifico si tratta di emozioni negative intense (ansia, rabbia ed invidia, in particolare), pensieri disfunzionali ("distorsioni cognitive") e stili di vita errati come meglio spiegato anche alle pagine 66, 124, 146, 147, 175, 197 e 430 del recente "Il manuale pratico del benessere" edizioni Ipertesto. Da cui si può ricavare praticamente e con prescrizioni concrete come poter prevenire eventualità peggiori (prevenzione secondaria) modificando pensieri, emozioni e stile di vita (attività più impegnativa, ma molto meno costosa in tutti i sensi) senza per altro doversi sottoporre ad operazione chirurgica (meno impegnativa, ma più costosa) per eliminare l'altro seno sano

    Report

    Rispondi

  • Noidi

    15 Maggio 2013 - 11:11

    A quanto pare Lei non ha capito una beata mazza della cosa. Angelina Jolie ha un gene che l'avrebbe portata all'85% di probabilità ad avere un cancro, quindi ha prevenuto. Io invece direi che a Lei dovrebbero asportare il cervello, così non potrà scrivere caxxate.

    Report

    Rispondi

  • Noidi

    15 Maggio 2013 - 11:11

    Ringraziamo Dio che ignoranti come Lei ce ne sono pochi. Il seno ghiandole importanti? A parte l'allattamento non servono ad altro, forse a dei maniaci sessuali come Lei. poi l'ultima frase denota il Suo delirio, forse Lei è in preda a droghe starne.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog