Cerca

Allarme rosso

Formigli e Gruber a stecchetto,
per Santoro format low cost:
La7, spending review di Cairo

La nuova proprietà vuole sanare il bilancio e propone ai big un taglio della paga pari al 30%. "Servizio Pubblico"? Costa troppo

Formigli, Santoro, Gruber

Formigli, Santoro, Gruber

A La 7 comincia a vedersi la mano di Urbano Cairo. L'azienda costa troppo e la spending review sembra imminente. Dagospia.com racconta il dietro le quinte e soprattutto il dietro le casse del terzo polo televisivo. La redazione sarebbe pagata in ritardo, i giornalisti dei programmi di rete (come l'Aria che tira o In onda) sempre secondo Dagospia.com sarebbero senza stipendio da 15 giorni. Per loro sarebbe arrivata una proposta di rinnovo di contratto con un taglio netto di almeno il 10%. Ma a pagare le spese della precedente allegra amministrazione sarebbero anche i fornitori dell'emittente televisiva. 

Stipendi a stecchetto - A Lilli Gruber, Corrado Formigli, Luca Telese e Mirta Merlino sarebbero stati proposti contratti con un taglio netto del 30%. E i dipendenti coinvolti dall'austerity sarebbero tra i 20 e i 50. Per la prossima stagione già sono pronti volti nuovi. Facce da mandare in onda che fanno share e che costano meno di Benedetta e Cristina Parodi. Una di queste ad esempio è Tiziana Panella. Campana, "santorina" di formazione (ha lavorato con Santoro in Rai ai tempi de Il raggio verde e Sciuscià), si fa notare per la sua somiglianza con Sabrina Ferilli, ma soprattutto sta facendo parlare di sé per il doppio salto carpiato che ha fatto fare agli ascolti del mattino. Il suo programma Coffee break, in onda dalle 9.50 alle 11, è il più seguito in questa fascia. Cairo il prossimo anno la sposterà proprio nella fascia pomeridiana. 

Santoro rischia - In questo quadro di austerity rientrerebbe pure Michele Santoro. Servizio Pubblico costerebbe all'azienda secondo Dagospia 400mila euro a puntata. Una cifra enorme che Cairo non sarebbe disposto a sostenere a lungo. (I.S)

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    13 Giugno 2013 - 12:12

    qualcuno ha capito cosa vuol dire tagliare.

    Report

    Rispondi

  • antikomunista10

    13 Giugno 2013 - 09:09

    Fuori tutti i comunisti ed i faziosi da La 7 ! Personaggi come Mentana, Gruber, Formigli, Sant'oro sono insopportabili e non basta certo il bravissimo e imparziale Porro ad riequilibrare tanto sinistrume. Altro che 30% in meno ( si spera non accettino e si dimettano in massa), questi vanno cacciati a calci, vadano a fare la loro propaganda rossa nella Corea del Nord ! Cairo nasce da una buona pianta, ama la libertà di informazione (non per niente è stato allievo di Silvio) e odia la propaganda rossa, anche perché - argomento forte - la propaganda faziosa allontana spettatori e fa perdere soldi. Bravo ancora, se ha come stella polare il Cav. imprenditore non può fallire ed inoltre avremo un'altra TV libera e autorevole e non una grancassa dei rossi, cosa che il popolo non tollera più, come dimostrano i trionfali sondaggi che ci danno PRIMO PARTITO

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    13 Giugno 2013 - 08:08

    Ridurre alla fame questi lavoratori dell'informazione e della formazione delle opinioni dell'italico e bovino popolo! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Santoro dovrà mettersi a fare il parcheggiatore a Napoli, la Gruber chiedere la carità lungo il Ring viennese... E Formigli? Chi è Formigli? Ma poveraccio pure lui. Che pena mi affligge per queste novelle.

    Report

    Rispondi

  • GIORGIOPEIRE@GMAIL.COM

    GIORGIOPEIRE

    13 Giugno 2013 - 07:07

    Non seguo questa tv, ma tagliare ha fatto bene, forse il 30% e' poco.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog