Cerca

Pubblicità osè

Burlesque nello spot Clio
Video censurato dalla tv:
"E' sessista"

La campagna della Renault bocciata dall'Authority britannica perché "la donna dà l'idea dell'oggetto"

Un frame dello spot

Un frame dello spot

Sulle televisioni britanniche non passerà mai lo spot della nuova Renault Clio: è sessista. L’Advertising Standard Authority britannica ha “bocciato” la pubblicità sostenendo che "lo spettatore è invitato a vedere la donna come un oggetto". 

Guarda il video dello scandalo su LiberoTv

Nel video ci sono due uomini, il venditore e un possibile cliente, alle prese con un  test drive della nuova auto. Mentre guida per le strade di Londra, viene esortato a spingere il bottone “Va Va Voom”, slogan della campagna, e l’ambietazione intorno a lui si trasforma. Nel vicolo compare sullo sfondo la Tour Eiffel sullo sfondo, appaiono venditori di baguette sul marciapiede e innamorati che si baciano appassionatamente. Ma lo stupore dell’automobilista aumenta nel momento in cui, intorno alla vettura, un gruppo di donne in lingerie rossa, reggicalze improvvisano un balletto burlesque solo per lui. L'idea della casa automobilistica francese che non è piaciuta però all' authority. Da parte sua Renault si difende sostenendo che non vi era l’intenzione di lanciare un messaggio sessista e poco rispettoso nei riguardi della donna, ma semplicemente rendere evidente il rimando alla Francia e alle sue tradizioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog