Cerca

Rinnovamento vietato

Rai, pensionati per finta: Vespa, Onder e Piero Angela guidano la tv over 65

Viale Mazzini coi capelli bianchi: contratti di collaborazione per autori, conduttori e giornalisti. Gubitosi ha rottamato solo Minoli (troppo giovane?)

Rai, pensionati per finta: Vespa, Onder e Piero Angela guidano la tv over 65

Mai in pensione. La Rai ha bisogno di loro. Le eccezioni in viale Mazzini sono la norma. Soprattutto se si parla di mandare a casa chi ha già raggiunto il limite d'età e continua ad andare in video. Per i papabili pensionati arriva sempre una deroga. Così la tv del servizio pubblico è sempre più tarata per la terza età. Luigi Gubitosi a quanto pare non ha proprio intenzione di svecchiare i collaboratori. Anzi, arzilli ottantenni entrano nelle nostre case, anche in prima serata, tutti i santi giorni. Carriere di tutto rispetto alle spalle, ma una sana "rottamazione" per dirla alla Renzi, ogni tanto non farebbe male.

La suqadra over 60 - Emilio Raveggi a 80 anni suonati, come racconta La Notizia, continua senza problemi la sua attività di autore televisivo. Anzi sarà proprio lui a realizzare per Raiuno lo speciale sul Prix Italia. Tra i corridoi di viale Mazzini si aggira ancora Luciano Onder, che dopo trenta anni di onorata carrierra continua a stare al timone di Medicina33 su Rai Due dall'alto dei suoi 70 anni. Nella squadra over 60 c'è anche Claudio Donat Cattin, che ha mantento il suo ruolo a Porta a porta, nonostante i raggiunti limiti di età con un bel contratto d’autore. Infine restano in sella anche Bruno Vespa, 69 anni e Piero Angela, 85 anni. L'unico ad essere stato messo alla porta è Giovanni Minoli. Forse era troppo giovane... (I.S)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • steacanessa

    15 Dicembre 2014 - 12:12

    Veramente Onder l'ho visto a Mediaset, o no?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    24 Luglio 2013 - 11:11

    e se proprio non si trova posto basta andare all'ufficio collocamento di qualche partito che , voilà, si guadagna un seggio in parlamento! Tanto i fessi che pagano si trovano......

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    24 Luglio 2013 - 11:11

    La colpa è nostra che ancora paghiamo il canone ! In questo Paese ormai allo sbando, pieno di froci, mignotte, negri, rom, caghettoni, esibizionisti, ipocriti, falsi e pavidi, non si ha la determinazione ed il coraggio di prendere le redini per dire basta a questo scempio...! La dimostrazione tangibile ed eloquente, è il fatto che questi ladroni, senza colpo ferire, si sono indebitamente appropriati della Rai, una cosa pubblica troppo appetitosa....! Occorre solo agire a gamba tesa, per ristabilire l'ordine e la legalità....!

    Report

    Rispondi

  • lillo44

    24 Luglio 2013 - 10:10

    Visto che questi signori sono come i pilitici in quanto non mollano mai le loro poltrone dorate, perchè non proporre un referendum per conoscere le opinioni sui programmi e sui personaggi fra i milioni di taliani che pagano il canone?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog