Cerca

Per l'edicola

Il talent-show di Fiorello: "Giocati tutto in un minuto"

Video online dello showman siciliano: "Per chi vince né premi né contratti, solo visibilità nel mio programma"

Rosario Fiorello

Rosario Fiorello

Da settimane circolano in rete e sulle pagine dei rotocalchi le immagini della sua idilliaca villeggiatura in famiglia. Chi, però, conosce bene Rosario Fiorello sa che lui non va mai veramente in vacanza: la sua Edicola Fiore è ormai una realtà consolidata, una fucina di idee e nuovi format. Stavolta, il re degli showman italiani l’ha fatta grossa e si è messo a fare la concorrenza a Maria De Filippi: nell’epoca in cui i talent show spopolano su tutte le reti televisive, anche lui si è messo a caccia di volti nuovi da lanciare nello spettacolo. 

Con un video postato in rete (in cui appare abbronzato e in t-shirt colorata, al fresco tra piante rigogliose, probabilmente al mare con i suoi), Fiorello ha fatto partire l’iniziativa Dammi solo un minuto, intitolata in omaggio al brano dei Pooh. Si tratta di una specie di casting online, aperto a chiunque desideri esprimere le proprie doti: l’unica condizione da rispettare sono i tempi; il filmato che gli aspiranti artisti invieranno alla redazione de l’Edicola Fiore non deve durare più di un minuto. «Fate vedere cosa sapete fare», ha invitato nel promo dell’iniziativa il sorridente Fiore, «cantare, scrivere, recitare, presentare, insomma qualsiasi cosa abbia attinenza con il mondo dello spettacolo e non solo. Il tutto nel tempo di un minuto». Fiorello, poi, a scanso di equivoci, ha precisato che non si vince nulla: nessun premio in denaro, come a Italia’s Got Talent, né ingaggi o contratti discografici come ad Amici o X Factor. Semplicemente, chi si rivolge al Rosario Nazionale per esprimere la propria verve potrà contare sulla visibilità del suo fortunato contenitore on line. 

«Noi li guarderemo (i video, ha proseguito Fiorello nel promo) e magari diremo “Oh, ma questo è forte, ma questo lo pubblichiamo nell’Edicola Fiore”. Oppure “Questo è fortissimo, lo invitiamo ad Edicola Fiore”. Magari anche “Questo è super forte, lo invitiamo allo streaming live che faremo».

Insomma, Fiorello ha deciso di fare sul serio e di scovare talenti: per questo motivo, è pronto a visionare le clip inviate a redazione@rosariofiorello.it (corredate di specifica liberatoria che trovate sul sito di Fiore). Oltre ad offrire generosamente un’opportunità a chi vuole uscire dall’anonimato, lo showman sta probabilmente pensando di far crescere la sua Edicola Fiore. Magari, vuole arricchire di nuovi personaggi la sua compagnia di giro e uscire dai viali romani da cui trasmette ogni mattina. 

Chissà che da l’Edicola Fiore non fiorisca un palinsesto vero e proprio, a prescindere dalla piattaforma che si vorrà utilizzare. C’è chi sul web ipotizza che Fiorello intenda seguire le orme di Simona Ventura, altra regina dei talent show televisivi, che ha creato la propria web tv trasmettendo dalla piattaforma di Yahoo! Di sicuro, stando a quanto lui stesso ha rivelato nel promo, continuerà l’esperimento in live streaming de L’Edicola Fiore, anche se non sarà ospite del programma Domenica In (Mara Venier ne aveva annunciato la presenza, per poi essere smentita dal diretto interessato).  

L’Edicola Fiore è diventata un appuntamento irrinunciabile per milioni di italiani. Una striscia mattutina per commentare in allegria le notizie principali, dar vita a cori da «bar degli amici», gag e imitazioni (nello stile inconfondibile dell’intrattenitore siciliano). Qualcuno, però, ha il sospetto che Fiorello riapparirà presto in tv, magari in prima serata, com’è stato nel 2011 con lo show campione di ascolti Il più grande spettacolo dopo il weekend. In fondo, scrivono i fan sui forum, come in quel caso anche adesso, per il suo talent on line, il presentatore ha scelto il titolo di una canzone (Dammi solo un minuto, appunto). L’ipotesi è, forse, un po’ forzata dal desiderio di godersi un nuovo varietà del travolgente Rosario. 

Non mancano, però, le proteste di qualche utente: «Un minuto è troppo poco per mostrare il proprio talento (soprattutto per chi deve far ridere) – scrivono su Twitter –. Suggerisco al buon Rosario di offrire almeno tre minuti. Quanti veri artisti vivono nella penombra dell’attesa e quanta gente di poco talento sale quotidianamente sul palco, senza che nessuno glielo chieda?». Ma Fiorello ci crede e invita a giocarsi il tutto per tutto. In un minuto.

di Giovanni Luca Montanino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog