Cerca

Alla corte di Ricci

Tv, Virginia Raffaele verso Striscia la Notizia

La regina delle imitazioni (Belen, Minetti) vicina alla conduzione del tg satirico Mediaset. In coppia con Greggio o da terza incomoda

Tv, Virginia Raffaele verso Striscia la Notizia

Belen a Striscia la notizia? Sì, ma quella finta. L’imitatrice e comica Virginia Raffaele - alias Belen Rodriguez o Ornella Vanoni o perché no anche Nicole Minetti -  dovrebbe essere il nuovo volto del telegiornale satirico di Canale 5. Solo qualche giorno fa, proprio sulle colonne del nostro quotidiano, parlavamo del totoconduttori di Striscia. I rumors erano molti e i nomi in circolazione anche. Quello della Raffaele c’era, ma il più accreditato risultava Claudio Bisio. 

Pare però che l’ex conduttore di Zelig abbia dato forfait all’ultimo e che il patron Antonio Ricci abbia voluto regalare questa grande chance proprio a Virginia Raffaele. Dal canto suo, la showgirl sarebbe ben felice di giocarsi un’opportunità così importante, potrebbe essere la strada giusta per raggiungere definitivamente la notorietà. Quella vera. La Raffaele è reduce infatti da poche grandi apparizioni - ad esempio quella a Sanremo - e poi, lo scorso anno, è stata presenza fissa del programma di Raidue Quelli che... quando la conduzione era ancora affidata a Vittoria Cabello. 

Per la stagione televisiva odierna però, la comica risultava temporaneamente  fuori rosa e in cerca di occupazione. Pare che bollisse in pentola qualche progetto per Mtv, ma niente può competere con Striscia: un programma consolidato e che offre smisurata visibilità, ottenendo sempre ascolti altissimi con milioni di spettatori.

I motivi che avrebbero portato Antonio Ricci a volere dietro il bancone più celebre della televisione una ragazza con ancora ampie possibilità di crescita non sono ancora chiari. È dal lontano 1994 che Ricci non si affida ad un personaggio non di primissimo piano, non ancora giunto a completa maturazione artistica. Allora toccò a  Enzo Iacchetti, che sarebbe poi diventato un’icona della trasmissione. In verità, Iacchetti all’epoca era spesso ospite del Maurizio Costanzo Show che faceva registrare mediamente il 30 per cento di share. Numeri parecchio diversi rispetto ai programmi di oggi.

 Probabilmente, già il 23 settembre - giorno in cui è ufficialmente fissata la data di partenza - la Raffaele sarà in onda. Alla sua sinistra dovrebbe sedere Ezio Greggio, ma qualche punto interrogativo ruota anche intorno allo storico conduttore. Voci di corridoio fanno sapere infatti che, salvo costrizioni contrattuali, Greggio sarà presente solo in tandem con il socio Iacchetti, quindi a partire da gennaio 2014. Resta allora da cercare qualcun altro che possa stare vicino alla Raffaele. Piero Chiambretti? Michelle Hunziker col pancione? Non si sa. O magari saranno in tre. Non è esclusa neppure questa ipotesi. Ci sarebbe la volontà di sperimentare nuove soluzioni a Striscia, ne è prova il fatto che la squadra che lavora dietro la macchina da presa è stata totalmente rinnovata. 

Forse a causa del terremoto provocato in redazione da Antonio Ricci c’è il fatto che nell’ultimo periodo della scorsa stagione gli ascolti sono un po’ scesi e il programma spesso ha perso la sfida con la trasmissione concorrente Affari tuoi. 

Poi, nella fascia oraria del post Tg5, è arrivata Paperissima Sprint che non ha raccolto i frutti sperati. Insomma, mancano circa venti giorni alla messa in onda e Striscia sembra essere ancora un cantiere aperto. Attendiamo il prossimo colpo, quelli finali infatti sono sempre i migliori. Se il reclutamento della Raffaele fosse confermato, si tratterebbe senz’altro di un’ottima notizia, visto che la ragazza ha talento da vendere. Restiamo in attesa, seguendo un mercato televisivo che quest’anno è stato più appassionante di quello calcistico. 


di Antonella Luppoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • er sola

    30 Agosto 2013 - 12:12

    Greggio nonostante ci sarà? e le veline? Vorrà dire che anche quest'anno guarderemo i pacchi.

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    30 Agosto 2013 - 11:11

    punto 1)la professione che esercito mi consente di farlo! se ci fosse l'Oscar per l'ignoranza e la stronzaggine lo vinceresti sicuramente! a parte il fatto che non mi hai chiesto alcuna lista di artisti di destra, comunque i primi che mi vengono in mente così su due piedi sono: Albertazzi, Buzzanca, Barbareschi, Zeffirelli, Gigi D'alessio, Gerry Scotti, Umberto Tozzi, Riccardo Fogli, Zanicchi, Edorado Vianello e, per quanto ne so anche Pino Daniele e Enrico Montesano avrebbero cambiato casacca, per tuo sommo dispiacere! Ti dico anche il posto. Stazione di Poggio Mirteto, Bar Il Cedro del Libano una domenica pomeriggio; tanto per renderti un po' più erudito, visto la tua ignoranza sesquipedale (se non capisci il significato fatti un giro su wikipedia) sappi che Carlo Verdone ha la casa paterna a Cantalupo, dove peraltro, abita anche Montesano e la stava ristrutturando! Grazie per il coglione, contraccambio con affetto a te e tutta la razzaccia tua, pezzo di merda!

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    30 Agosto 2013 - 11:11

    a prescindere che a me Jovanotti, in linea di massima piace, infatti ha composto alcune canzoni indimenticabili,ma quello che volevo dire è che Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti,ma è stato apprezzato come artista solamente dopo aver dichiarato di essere di sinistra e non "per l'evoluzione artistica che egli ha avuto", ma vedo che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!!

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    30 Agosto 2013 - 11:11

    punto 1)la professione che esercito mi consente di farlo! se ci fosse l'Oscar per l'ignoranza e la stronzaggine lo vinceresti sicuramente! a parte il fatto che non mi hai chiesto alcuna lista di artisti di destra, comunque i primi che mi vengono in mente così su due piedi sono: Albertazzi, Buzzanca, Barbareschi, Zeffirelli, Gigi D'alessio, Gerry Scotti, Umberto Tozzi, Riccardo Fogli, Zanicchi, Edorado Vianello e, per quanto ne so anche Pino Daniele e Enrico Montesano avrebbero cambiato casacca, per tuo sommo dispiacere! Ti dico anche il posto. Stazione di Poggio Mirteto, Bar Il Cedro del Libano una domenica pomeriggio; tanto per renderti un po' più erudito, visto la tua ignoranza sesquipedale (se non capisci il significato fatti un giro su wikipedia) sappi che Carlo Verdone ha la casa paterna a Cantalupo, dove peraltro, abita anche Montesano e la stava ristrutturando! Grazie per il coglione, contraccambio con affetto a te e tutta la razzaccia tua, pezzo di merda!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog