Cerca

Ecco "Sex box"

Inghilterra, arriva il reality del sesso (vero)

Dal 7 ottobre tre coppie a puntata si esibiranno in amplessi in diretta, protetti solo da un vetro opaco. E la giuria dovrà votare il migliore

Inghilterra, arriva il reality del sesso (vero)

Strana gente, questi inglesi. Prima annunciano, per il 30 settembre, il lancio di una inedita campagna di comunicazione, chiamata Campaign for Real Sex (tradotto: campagna per il sesso reale), con lo scopo precipuo di promuovere la distinzione tra sesso vero (l’amore, negli anni 2000, pare sia un termine desueto) e pornografia. Un genere, stando alla denuncia anglosassone, che avrebbe alterato la corretta percezione delle relazioni di coppia, inculcando fantasie morbose e desideri falsati. Peccato che poi, per raggiungere questo obiettivo, non abbiano arruolato un Piero Angela in versione british, bensì un manipolo di coppie impegnate a copulare, dal vivo, davanti alle telecamere e a uno stuolo di giurati. È questo, infatti, il concept di Sex Box, programma portante della suddetta campagna di comunicazione, al via sul canale inglese Channel4 dal 7 ottobre. Ogni puntata prevede tre coppie. A turno ognuna di queste si infila dentro a un box di plexiglass, insonorizzato e dai vetri opachi: un nido d’amore che, senza primi piani dettagliati, permette ai presenti di farsi un'esatta idea di come si sta svolgendo la performance amorosa. Una volta che questa è terminata, si apre il dibattito in studio: la coppia esce dal box e si confronta con la giuria, capitanata dalla conduttrice Mariella Frostrup. Con lei ci sono anche l’esperta di sessualità Tracey Cox, l’esperto in relazioni di coppia Dan Savage e lo psicoterapeuta, nonché scrittore, Phillip Hodson. Naturalmente, non mancheranno i commenti dei telespettatori, che interverranno con ogni social network in loro possesso. Prevista, fin dalla prima puntata, anche una coppia gay, giusto per non lasciare nulla di inevaso.

Tutto questo – giurano i produttori – dovrebbe aiutare a capire cosa non è pornografia. Teoria che, francamente, suona un po’ strana visto che, pur non essendoci primi piani di dettagli intimi, stiamo comunque parlando di coppie che si uniscono carnalmente in tv, dal vivo, coperte solo dal vetro opaco di plexiglass (capirai…). «L’idea del box è nata per facilitare la conversazione: per renderla più immediata, più onesta, nonché più veritiera di quanto di solito sia», spiega a MailOnline il responsabile della programmazione factual di Channel4, Ralph Lee.

 Lo scopo sarebbe squisitamente divulgativo, tant’è vero che Sex Box viene inquadrato come un programma factual o meglio un «how to do»: termine tecnico per indicare quei programmi che spiegano come si fa a fare qualcosa. In questo caso, l’oggetto della materia sono la corretta percezione dei propri gusti sessuali, la comprensione di cosa realmente funziona o piace a livello sessuale, gli errori da evitare. «Non ci soffermeremo tanto sulle tecniche amatorie, quanto sul significato che l’atto sessuale ha avuto per i concorrenti», precisa Lee. E quale luogo è più «opportuno»” se non la tv? Gli fa eco la conduttrice: «Spero che lo show possa suscitare un dibattito intelligente e maturo sul sesso nell’Inghilterra di oggi». Di certo, farà ascolti.

di Francesca D'Angelo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • hilander

    27 Settembre 2013 - 12:12

    Del genere sono presenti in quasi tutti gli stati europei la differenza è che noi purtroppo in casa abbiamo dei falsi profeti rossi........

    Report

    Rispondi

  • liberalettera

    26 Settembre 2013 - 15:03

    Ma non eravamo noi Italiani con la nostra TV spazzatura a fare rabbrividire i sudditi di sua maestà?? Fino a poco tempo fa pendavamo dalle labbra dei tuttologi giornalisti oltremanica. Peste e corna sugli Italiani popolo di depravati, costretti a sorbirsi tette e sederi a qualsiasi ora. E... adesso?? Cosa hanno da dire questi saccenti?? Solo in quella nazione di debosciati, e repressi sessualmente potevano arrivare a tanto!!

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    26 Settembre 2013 - 15:03

    credo non sia per niente sbagliato il concetto di sesso reale, rispetto all'irreale e falso messaggio (approcci, etc. etc.) dato dal mondo della pornografia. Il programma invece convince un po' meno.

    Report

    Rispondi

  • sberlusca

    26 Settembre 2013 - 14:02

    La regina lo guarderà per ricordarsi cosa ha perso nelle sua unione matrimoniale? Molto probabilmente in questa trasmissione che si annuncia simil-culturale si esibiranno tre coppie di escort assoldate per lo scopo, ma di raelity avrà ben poco.Dimenticavo ,ma i giudici guardano lo spettacolo dal vivo come voyeur oppure partecipano per constatare le sottigliezze da giudicare, schifosi....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog