Cerca

Ora basta

Molestie sessuali, in Rai arriva un nuovo regolamento: vietate allusioni sessuali e fischi alle colleghe

3
Molestie sessuali, in Rai arriva un nuovo regolamento: vietate allusioni sessuali e fischi alle colleghe

Dopo la tempesta scatenata dalle denunce per molestie di Harvey Weinstein, anche in Rai arriva un nuovo giro di vite per mettere a freno i comportamenti inopportuni e offensivi con un nuovo regolamento sulle "Norme di comportamento relative alle molestie nei luoghi di lavoro". In appena tre paginette, riporta il Messaggero, vengono messe al bando fischi, ammiccamenti, battute e buffetti tra colleghi del Servizio pubblico.

Nel testo diffuso tra i dipendenti di viale Mazzini vengono censurati comportamenti espressi in forma fisica, verbale o non verbale che "abbia lo scopo o comunque l'effetto di violare la dignità e la libertà della persona che lo subisce e creare un clima intimidatorio, ostile, degradante, umiliante o offensivo". Fatto salvo naturalmente che il comportamento "a connotazione sessuale" sia indesiderato.

Le segnalazioni potranno arrivara anche da colleghi terzi che hanno assistito alla scena di molestia. Starà a loro quindi capire al volo se ci sia stata reciprocità o meno, per poi segnalare il fattaccio al proprio superiore, "scalando gerarchicamente ove il primo sia coinvolto", fino alla Commissione stabile per il codice etico.

Tra i casi più gravi sono considerati quelli esercitati per fare pressioni in caso di assunzioni o scatti di carriera, senza tralasciare quelle molestie che creano un ambiente di lavoro intimidatorio. Un elemento per distinguere la molestia è l'elemento di ricatto o di minaccia: se anche un "singolo atto isolato, non ripetuto" viene definito dalla vittima come non gradito.

In Rai hanno pensato davvero a tutto, compreso un elenco dettagliato dei casi di molestie. Nella categoria rientrano allusioni sessuali, epiteti sessuali o razziali, insulti o commenti denigratori, scherni volgari, minacce, proposte o suoni volgari o d'insulto. Vietatissimi anche i fischi di apprezzamento per una collega particolarmente avvenente, perché nel suono sarebbe evidente l'intenzione di offendere.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giesse940

    07 Dicembre 2017 - 13:01

    I l classico fischio di antica tradizione è un complimento, Non ho mai emesso un fischio di ammirazione ma mi è capitato di osservare sorrisetti di compiacimento dalle avvenenti e non, soggetto del complimento. Mi chiedo:E la molestia al buon senso??? La mamma dei cretini è sempre incinta.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Dicembre 2017 - 13:01

    Chissà quante carriere nn sarebbero mai nate........

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    07 Dicembre 2017 - 12:12

    Ma qui stanno rimbecillendo tutti quanti. Un conto è fare apprezzamenti, sempre graditi, un conto è essere maleducati.

    Report

    Rispondi

media