Cerca

L'inversione di rotta

Matrix, licenziati gli autori di Telese: "Basta politica, ora cronaca nera"

Anche lo storico caporedattore lascia la trasmissione. Luca voleva Freccero, il Biscione invece Rossella Brescia e Platinette

Luca Telese

Luca Telese

"Matrix riparte da Telese, innovazione e sperimentazione sono le parole chiave del talk show politico". Così si legge sul sito web dedicato alla trasmissione Mediaset condotta da Luca Telese. Invece pare proprio che la seconda serata di Canale5 cambierà registro. E le prime teste a cadere, come riporta il sito tvblog.it, sono quelle degli autori storici di Telese, Francesco Caldarola e Valeria Aloiso, fidati compagni del giornalista dai tempi di In Onda. Pagano il conto degli ascolti-flop: la puntata di martedì scorso ha fatto il 4,37% di share, crollando alla cifra di 486mila telespettatori. 

Cambio di programma - A confermare che Matrix cambierà tema, è la repentina modifica subita dalla puntata di domani, 25 ottobre. Invece di seguire la convention alla Leopolda di Matteo Renzi, che sarebbe stato l'evento principale, Telese seguirà il caso dei bambini rapiti dai rom. E conterà sull'intervento di Ilaria Cavo, storico emblema della cronaca nera di Videonews. Cronaca da cui Matrix si è sempre tenuto ben lontano, a maggior ragione con Telese, ferrato in politica più che in omicidi, rapimenti e cronaca nera. E a dare forfait è anche il caporedattore della trasmissione Roberto Pavone, già nella trasmissione ai tempi di Enrico Mentana. In bilico da quando aveva difeso il giornalista dimissionario, pare che non abbia retto al nuovo cambio di programma e alle imposizioni venute dall'alto. Ma comunque la virata verso la cronaca è stata il frutto di una decisione ponderata: già nelle ultime settimane gli autori di Telese volevano come opinionista Carlo Freccero, mentre dagli uffici proponevano Rossella Brescia e Platinette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldopastore

    25 Ottobre 2013 - 14:02

    Telese,Porro,Sottile. Ma perchè non se ne vanno dall'Italia? Audience zero. Melagomania ed egocentrismo al massimo. Maleducati. Ma il loro maestro chi è sant'oro?

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    25 Ottobre 2013 - 12:12

    ***Ci siamo, la fine di queste trasmissione hanno finito di abbeverare i beceri sinistri seminando soltanto odio. Anche l'ultimo imbecille di se ne è accorto e non li sopporta più. E' finito il ventennio dell'odio si va verso l'alienazione e voialtri da santoro a telese da lerner al travagliato e tutta la marmaglia sinistra, debbono tutti andar a zappare la terra. L'infamia e l'ipocrisia non pagano più e nemmeno i "vostri padroni" più vi pagano ne vi cag...* The end.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    25 Ottobre 2013 - 11:11

    Ora fai cronaca nera, come se nel PDL non ci fosse in abbondanza materia . Mediaset, la sede dove confluisce il flusso di quattrini offshore. Ora, al solito, pagherà un sacco di soldi per rottura contrattuale. Evviva,

    Report

    Rispondi

  • isi1950

    25 Ottobre 2013 - 09:09

    Molto probabilmente perché non ci sono giornalisti/artisti di destra. Tenetevi Sallusti e non nomino altri. Questo è quello che vi offre il convento. Accontentatevi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog