Cerca

A poche ore dalla messa in onda

Mission: 100mila firme per fermare il reality umanitario

La petizione di un studente di Framacia contro il format sui profughi: "Fare chiarezza". Incontra il dg della Rai e il direttore della prima rete

Mission: 100mila firme per fermare il reality umanitario

Centomila firme contro Mission. Il reality umanitario che andrà in onda questa sera e che è stato preceduto da moltissime polemiche. E' stato soprannominato il primo esperimento di "social tv, realizzato in collaborazione con l'Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite e Intersos e consiste nel far raccontare ai vip come Emanuele Filiberto, Paola Barale, Michele Cucuzza, Barbara de Rossi il dramma dei rifugiati. Ma conttro Mission si è mobilitato uno studente di Farmacia, Andrea Casale che aveva avviato una raccolta di firme e lanciato la petizione #nomission su change.org per chiedere alla Rai di non mandare in onda lo show. Andrea oggi è stato ricevuto dal direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, e dal direttore di Rai1, Giancarlo Leone, per consegnare le 100 mila firme raccolte con la sua petizione (www.change.org/nomission).

L'incontro - “Ritengo che la televisione pubblica avrebbe potuto trovare altri formati per impegnarsi nella sfida coraggiosa di portare le crisi umanitarie di cui nessuno parla in prima serata", ha spiegato Andrea.."Spesso hanno provato a liquidare la mia mobilitazione come una battaglia censoria o una polemica sgangherata, ma non è nulla di tutto ciò. Con tutto il cuore mi auguro che la Rai sappia cogliere il meglio e il senso dell’indignazione provocata da Mission, che null’altro è se non un’imponente richiesta dal basso per parlare delle crisi dimenticate in prima serata, ma evitando spettacolarizzazioni inutili che a mio avviso i rifugiati e anche il pubblico televisivo non meritano". Dopo l'incontro con lo studente il direttore di Rai1 ha affidato a twitter il suo commento: “Ho incontrato il promotore della petizione #nomission e @ChangeItalia per discutere di Mission. Un incontro importante e costruttivo”. Che la crociata di Andrea sia andata a segno?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog