Cerca

La star che se ne è andata

Paul Walker, l'autopsia: non è morto sul colpo

L'esito dell'autopsia sul corpo del divo di "Fast and Furious": non è morto sul colpo. Viaggava a 144 km/h

La Porsche di Paul Walker dopo l'incidente

La Porsche di Paul Walker dopo l'incidente

Il divo di Fast and Furious, Paul Walker, non sarebbe morto sul colpo, ma bruciato dalle fiamme che hanno avvolto l'auto su cui viaggiava dopo lo schianto. A rivelarlo è stata l'autopsia effettuata sul cadavere dell'attore, poi riportata dalla Cnn. La relazione preliminare di una pagina, consegnata dall'ufficio del medico legale di Los Angeles County, sottolinea le lesioni traumatiche riportate dal conducente della vettura, ma chiarisce che "non è chiaro se Walker fosse ancora vivo al momento dello scontro". Secondo la ricostruzione dell'incidente, Walker correva con la Porsche Carrera Gt del 2005, a bordo della quale si trovava insieme a un amico, almeno a 90 miglia orarie (l'equivalente di 144 Kmh), è uscito dalla curva e ha impattato l'albero a 45 miglia (72 kmh, il triplo di quanto consentito in quel tratto). Stando a quanto riportato dalla Cnn l'attore sarebbe sopravvissuto allo schianto, ma rimasto incastrato tra le lamiere dell'auto in fiamme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog