Cerca

Lutto nel cinema

Addio a Peter O´Toole
Lawrence D`Arabia

Addio a Peter O´Toole
Lawrence D`Arabia

A 81 anni è morto a Londra, Peter O’Toole, uno dei più famosi attori britannici. Era da tempo ricoverato al Wellington Hospital di Londra. O’Toole ha interpretato numerosi film di successo ma il suo volto è rimasto legato a Lawrence d’Arabia o. Oltre che per Lawrence d’Arabia, è stato nominato all’Oscar per altri sette film. Ma non e´ mai stato premiato come miglior attore protagonista. Nato nel 1932 in Irlanda, a Galway nel Connemara ma cresciuto in Inghilterra a Leeds, inizia a fare il giornalista, poi capisce che la sua strada è fra teatro e cinema. Debutta in scena a 17 anni. Nel 1962 fu scelto da David Lean per recitare la parte del protagonista appunto in Lawrence d’Arabia.

O'Toole, entrato nel firmamento delle stelle grazia alla sua visionaria e magistrale interpretazione del colonnello T. E. Lawrence, si mostrò al meglio in alti film come "Becket ed il suo re", al fianco di Richard Burton (1964), "Goodbye, Mr. Chips" (1969), "La classe dirigente" (1972).   Inizialmente quando la Academy Award decise di riconoscere i suoi meriti attribuendogli l’Oscar lalla Carriera nel 2003, O'Toole si offese e avvertì che non l’avrebbe ritirato. Poi i figli vinsero la sua ritrosia e scontrosità e lo convinsero.   La sua carriera iniziò, come di tradizione nel Regno Unito, al teatro in ruoli shackespeariani. L’esordio al cinema nel 1960 con "Il ragazzo rapito" e solo due anni dopo il trionfo con "Larewnce d’Arabia".

 

Guarda la gallery dell'attore irlandese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    16 Dicembre 2013 - 16:04

    bene nel film, L'ultimo Imperatore di Bertolucci, non ricordo quante volte ho rivisto questo film. Il suo ruolo nel film essere l'istruttore dell'imperatore adolescente, il quale non voleva saperne più della cultura tradizionale cinese, ma essere pronto per una cultura più Occidentale, anche se poi gli fu fatale.

    Report

    Rispondi

blog