Cerca

Il vecchio che avanza

Sanremo 2014, da Arisa a Francesco Renga: ecco tutti i cantanti in gara

Fabio Fazio: "Un'edizione all'insegna della contemporaneità"

Sanremo 2014, da Arisa a Francesco Renga: ecco tutti i cantanti in gara
Un Festival di Sanremo quasi senza ex talent, senza Amici di Maria De Filippi ma con tanto rap, magari sconosciuto al pubblico "nazionalpopolare" di Raiuno. Ma con un unico punto fisso: il colore sarà tecomunque tendenzialmente rosso, come da tradizione (e non ci riferiamo ai velluti del teatro Ariston). E' stato Filippo Fazio a pubblicare su Twitter la foto con la "scaletta" degli artisti presenti. Ecco i nomi dei big in gara, dal 18 al 22 febbraio: Arisa, Noemi (reduce da X Factor, ma del 2008...), Raphael Gualazzi con Bloody Beetroots, Perturbazione, Cristiano De André, Renzo Rubino, Ron, Frankie Hi-Nrg, Giuliano Palma, Riccardo Sinigallia, Francesco Renga, Antonella Ruggiero, Giusy Ferreri (anche lei storica concorrente di X Factor), Francesco Sarcina. Non sono ancora svelati invece i titoli delle canzoni. Dopo anni di "predomio De Filippi", nessun ex concorrente di Amici parteciperà alla kermesse ligure.

Autogol sui talent - Il conduttore di Che Tempo che fa ha poi sottilineato che anche quest'anno i leit motiv saranno contemporaneità e qualità: "Abbiamo scelto pezzi che ci sembra assolutamente interessanti, che possano interessare le radio, quindi, il mercato, quindi gli ascoltatori e a un pubblico di appassionati di musica. Penso che ‘contemporaneità’ sia la parola d’ordine di questo Festival e spero che verrà riconosciuto dal pubblico".
Fazio se la prende con i talent: "Ce ne sono troppi". Qualcuno però gli dica che sono gli stessi spettatori dei talent, spostandosi su Raiuno, a generare voti e ascolti. Per quanto riguarda i super ospiti, confermata la presenza di Raffaella Carrà e una possbile esibizione di Giorgia. Insieme al Chierichetto ci sarà ovviamente anche la sodale Lucianina Litizzetto

Giovani - Otto saranno le Nuove Proposte, annunciati qualche giorno fa. La commissione musicale del 64esimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, composta da Mauro Pagani, Claudio Fasulo, Andrea Guerra, Massimo Martelli e Stefano Senardi, ha scelto Filippo Graziani, figlio d'arte del grande Ivan, Rocco Hunt, rapper molto popolare nel web, Diodato, The Niro, Veronica De Simone e Zibba, cui si aggiungono i due artisti provenienti da Area Sanremo, Bianca e Vadim

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gelcat

    19 Dicembre 2013 - 11:11

    La musica italiana e' in declino sicuramente dal proliferarsi dei talentifici;chi si ricorda canzoni o vincitori degli ultimi 20?Il sanremo contemporaneo e' il I maggio versione invernale: 4 schitarrate da centro sociale da parte di intellettualoidi che vorrebbero cantare la pace spaccando vetrine, ma dovrebbero cercarsi un lavoro serio. Non esisotono piu' Rini Gaetani che sdoganano il "non-sense" ed Anne Oxe che sdoganano il punk (1978). Personalmente manderei tutti a zappare, da Fazio all'ultimo partecipante. Un mercato discografico che sforna canzonette tutto l'anno della durata di 1 mese, non ha piu' bisogno di una manifestazione vetusta. Una volta per vincere 1 disco d'oro,dovevi vendere almeno un milione di copie: oggi ne bastano 10.000 per essere considerati Elton John. La scarsa qualita' della musica ed il proliferare dei cosiddetti talenti, hanno fatto abbassare gli standard di vendita, in caso contrario zapperebbero tutti. Cosi invece tutti hanno i famosi 15 min di notorieta'

    Report

    Rispondi

  • lucadagenova

    19 Dicembre 2013 - 09:09

    ..altro motivo per non guardarlo

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    18 Dicembre 2013 - 20:08

    ora abbiamo i guru della musica ovvero ''fazio'' per sanremo quest'anno si prevedono canzoni di regime intelettualoidi.....praticamente una boiata pazzesca comunque la cigliegina amuffita sara la litizzetto e noi paghiamo..(il canone tv)

    Report

    Rispondi

  • bobo43

    18 Dicembre 2013 - 16:04

    un'altro festival dell'unità

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog