Cerca

Festa rovinata

Porta a Porta festeggia i 60 anni della Rai e Banfi: "Io andavo a putt..."

A "Porta a Porta" si parla dei 60 anni di viale Mazzini. Tanti ospiti in studio. Ma l'attore comico parla di quando frequentava le case chiuse...

Bruno Vespa

Bruno Vespa

La Rai festeggia i suoi sessant'anni. E lo fa nel salotto di Bruno Vespa. Ieri sera, martedì 7 gennaio, è andata in onada una puntata del talk show di Rai Uno dedicata tutta ai primi 60 anni di viale Mazzini. Ari di festa in studio e tanti ospiti: Paolo Bonolis, Bruno Pizzul, Antonella Clerici, Fabrizio Frizzi, Piero Angela, Mario Orfeo, Antonio Polito, e...Lino Banfi. Proprio l'attore comico che cominciò la sua carriera in viale Mazzini mette in imbarazzo Bruno Vespa e lo studio di Porta a Porta. Appena Bruno gli dà la parola chiedendogli un ricordo dei primi anni della Rai, Banfi va su un altro binario e afferma: "Beh, io sono legato a quel 3 gennaio del 1954. Ma non per la Rai. Sono legato a quella data perchè mi ricorda il mio primo ingresso in una casa chiusa". Gelo in studio. Vespa accenna un mezzo sorriso, ma l'imbarazzo in studio è palpabile. Ma Lino insiste: "Sì sì, ricordo bene quell'esperienza. Diventai adulto proprio sessant'anni fa in una casa chiusa...". A questo punto dopo aver mandato l'incipit della puntata "a putt...", Banfi decide, per la gioia di Vespa, di parlare del suo passato in Rai. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    09 Gennaio 2014 - 04:04

    tamarrata sguaiata , gente senza ritegno e educazione . lavorano in rai e si mangiano I soldi pubblici e poi sputano sul piatto (pubblico). che schifo.

    Report

    Rispondi

  • fab pittana

    09 Gennaio 2014 - 01:01

    non ho capito se e' andato in casino o alla rai ? ma che differenza farebbe ?

    Report

    Rispondi

  • panlunesco

    08 Gennaio 2014 - 22:10

    bello che si vedano per la strada, senza controllo, in Germania che la sinistra tanto ama..perchè non prende esempio invece di gridare allo scandalo? Lì esistono le case chiuse, sono controllate ed è un lavoro come un' altro..Ma giusto..meglio lasciarle alla mercè di tutti altrimenti le lobby come sopravvivono?

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    08 Gennaio 2014 - 15:03

    ***Belle balle de Fra' Giulio! Casini e casotti! Chi lo conosce lo sa bene. Ipocrisia da lentikkiari lecca kulto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog