Cerca

La copertina Ballarò

Crozza: "In Italia metodo Stàminchia: la politica è un passatempo e la giustizia è lenta"

Il comico si accorge che "In Italia governano le toghe". La giustizia "indaga su tutto, ma le sentenze arrivano con le Olimpiadi: ogni 4 anni"

Crozza: "In Italia metodo Stàminchia: la politica è un passatempo e la giustizia è lenta"

Finalmente se ne accorge anche Maurizio Crozza: "L'Italia è un paese governato dai giudici". Il comico genovese mette in fila i casi Stamina, regionali in Piemonte e legge elettorale, e conclude: "Spendiamo 25 miliardi all'anno per pagare la politica", ma decidono le toghe. Nella copertia settimanale di Ballarò spiega che la colpa è anche dei partiti, incapaci di fare: ormai "La politica è quel simpatico passatempo tra una sentenza e l'altra", ride. Ma ce l'ha anche coi giudici, colpevoli di intervenire con tempi troppo lenti: "Le toghe fanno il loro lavoro, certo - dice a Giovanni Floris -. Ma per l'elezione di Cota il tar si è espresso dopo 4 anni, con i tempi di un'edizione delle Olimpiadi. Il Consiglio di Stato si prepara a rispondere per Rio de Janeiro 2016".

Crozza contro i giudici: guarda il video su Liberotv

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    20 Gennaio 2014 - 17:05

    C'e' da fare qualcosa di urgente ??? Staminchia !!! C'e' da fare la legge elettorale ??? Staminchia !!!

    Report

    Rispondi

  • giovannick

    15 Gennaio 2014 - 14:02

    Anche i comici sinistri e i loro amici piano piano stanno uscendo dal coma profondo, indotto dalla dottrina ovviamente sinistra, che determinava un appoggio sviscerato nei confronti dei giudici e della magistratura, abbagliati favorevolmente e quindi resi ciechi dalle sentenze contro l'Innominabile. Mai una critica o solo un dubbio sorgeva dalle loro menti offuscate. Adesso, che l'Innominabile è stato finalmente imbavagliato, si accorgono però che, ohibò, guarda te, perbacco, accidenti, minchia e strafottuta minchia, ma c'è qualcosa in Italia nella quale l'ultima parola non spetti ai giudici o alla Consulta o alla magistratura in genere? Una domanda sola: in ogni azienda come si fa ad individuare il capo? Ovvio il capo è colui che ha l'ultima parola su ogni decisione, anche se presa dai membri del consiglio di amministrazione. Basta quindi rispondere a questa domanda: chi ha l'ultima parola su qualsiasi avvenimento interessi le vicende italiane? La risposta è scontata oppure no? Cazzo!

    Report

    Rispondi

blog