Cerca

Coerenza zero

C’è posta per la Littizzetto
Definì "schifosi" i format di Maria, ma ora va ospite

Lucianina sarà ospite del programma della De Filippi. Ma fino a qualche tempo fa, l'amica di Fazio insultava i programmi di Maria

Luciana Littizzetto

Luciana Littizzetto

Se qualcuno ha il numero di cellulare di Luciana Littizzetto, l’avvisi di questo articolo. Con un intelligente atto di democrazia e con il massimo rispetto per la pluralità delle opinioni, la signora ha infatti più volte ribadio di leggere ogni giorno tutti i quotidiani tranne Libero.  Intendiamoci, questo succedeva fino a qualche tempo fa. Adesso magari avrà cambiato idea e si è persino abbonata, vista la rapidità con cui Littizzetto cambia opinione su cose e persone. Una volta, per esempio, parlando di Maria De Filippi disse: «Non ho problemi a dire che è una donna intelligentissima, ma fa dei programmi schifosi». Talmente schifosi che se stasera avrete la forza di sintonizzarvi su Canale 5 per assistere a C’è posta per te vi troverete ospite Luciana Littizzetto. Se gli antichi romani avessero avuto la tv, probabilmente il vocabolo «trasmissione» sarebbe stato della terza declinazione, quindi avrebbero concluso: «Transmissio non olet». Lucianina non salta da una rete all'altra in cambio di nulla. Lo aveva confermato la stessa De Filippi quando, rimasta maluccio dopo l’elegante uscita della comica, dichiarò: «Se dici che i miei programmi fanno schifo allora dici che faccio schifo anch’io, perché mi identifico in ciò che faccio (...) Ho pensato al cachet che ha preso per venire nelle mie trasmissioni, forse in quel caso sembravano meno schifose».

Ma a far cambiare idea a Lucianina non sono i soldi. Ne guadagna già abbastanza per liberare la Rai, a furia di parolacce, dal complesso della zia perbenista di cui soffre Fabio. Ne guadagna ancora di più quando gira un film e si guarda bene dal farsi pagare con una percentuale sugli incassi, dato che quando sono in sala per quel paio di giorni persino i proiezionisti preferiscono vedersi American Pie in streaming sul tablet. E ne guadagna ancora e ancora di più con i suoi raffinati libri che non si capisce come mai Adelphi trascuri,  lasciando la povera Litti nelle grinfie della perfida Mondadori. Sacrificio necessario per portare la cultura del Walter e della Jolanda alle masse altrimenti distratte dall’imbecillità cerebrolesiva delle trasmissioni «schifose» di Maria De Filippi. Duro colpo per una come lei che, per restare fedele alla linea, farebbe anche i chilometri a piedi pur di fare la spesa alla Coop invece che all’Esselunga.

Voi però, anche se passerete il pomeriggio sabatino arricchendo il cattivissimo Caprotti, stasera concedetevi un momento di pura intelligenza e  sintonizzatevi su Canale 5. Se avrete il coraggio di superare lo «schifo» delle lacrime, dei sentimentalismi, della presenza di ospiti come il campione di sci Giorgio Rocca e dell’ennesimo bellone da fiction Marco Bocci, sarete premiati con l’affascinante wit di Lucianina.

Sarà l’ennesimo momento di un minuetto tra le due star televisive, fatto di scaramucce e amoreggiamenti che nemmeno in un cd di Rondò Veneziano. Perché Luciana insulta Maria che si picca, ma poi stende la mano e l’accoglie fra i tronisti. Quindi ricambia il piacere e va a Che posta che fa, ovvero va da Fazio a imitare il suo stesso programma con un’ideona degna del Saturday Night Live: far arrivare in studio Alberto «tronco-di-pino» Matano, piacente conduttore del Tg1 sul quale Luciana aveva espresso delicati pensieri nel suo stile dolcenovista da scaricatore di porto. Perché Litti è così: come tutte le donne poco avvenenti detesta le bellone televisive e insulta gli uomini che le apprezzano. Poi non si accontenta dell’impiegato anonimo e bruttino, ma sbava per i belloni televisivi. Stasera nuovo scambio di cortesie: dopo essere stata presenza invisibile a Sanremo, dove abbiamo visto in azione creature nate nei suoi talent, Maria accoglie Lucianina a pochi giorni dall’inizio di un Festival che si preannuncia più cupo di quello precedente. La cosa conviene a entrambe. Alla Littizzetto/Rai che così può farsi un marchettone festivaliero sulla rete concorrente e in una delle trasmissioni di maggior successo. Transmissio non olet: sabato scorso, C’è posta per te ha raccolto oltre 6 milioni di spettatori. 

Allo stesso modo a De Filippi/Mediaset conviene avere ospite la presunta nemica che non solo arriva dalla Rai, ma addirittura dalla rete di Stato che più ferocemente odia il popolo bue che ha venduto il cervello allo stregone di Arcore e alle sue televisioni. È noto che la curva degli ascolti ha un balzo quando, archiviati filosofi francesi e attori in marketting tour, sulla scrivania di Fazio appare Lucianina. Maria, da vecchia volpe televisiva, non si fa certo prendere dagli scrupoli quando si tratta di distruggere l’avversario a colpi di share. E questa sera sfodererà il colpo di genio: bombardare l’asilo canterino di Antonella Clerici con la caserma di Lucianina. 

di Tommaso Labranca



 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gancherro

    02 Febbraio 2014 - 15:03

    Fi@a - ca@@o - c@lo - te@@e - trombare - inc@lare, ecc.ecc. Vi ho presentato lessico di questa povera rinsecchita maiala infoiata, icona intellettuale della sinistra!

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    02 Febbraio 2014 - 13:01

    per fortuna non piace a tutti!

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    02 Febbraio 2014 - 12:12

    Che la Letizzetto fosse una squallida persona non ci sono i più pallidi dubbi. I programmi della De Filippi possono piacere o non piacere, non insulta nessuno, non fa politica bassa e becera, si comporta da professionista. Personalmente non apprezzo ma basta girare canale e la cosa non mi disturba. Diverso è come si propone una poveretta che per vivere deve trovare gli insulti più stupidi e volgari contro una parte politica altrimenti nessuno, neanche i poveri sinistrati, la sopporterebbero. I sinistrati, poi se non sopportano i commenti diversi da quelli che hanno in testa, mi spiace per loro. Nel loro DNA s’evidenzia la mancanza d’applicazione della materia grigia la quale non usandola si riduce sempre più. La cosa si nota e tanto.

    Report

    Rispondi

  • bobo43

    02 Febbraio 2014 - 12:12

    la tua persona fa schifo oltre che "bruttina" sei anche triviale fondi la tua comicità sulle parolacce e la fogna

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog