Cerca

Gli sfoghi

Fazio: "Mi sono rotto le palle". Littizzetto: "Vaffanculo"

Luciana Littizzetto e Fabio Fazio

Luciana Littizzetto e Fabio Fazio

"Non ne posso più di sentire la parola buonista, questa storia del buonismo mi ha rotto le palle". Fabio Fazio (complice il tracollo dello share?) perde la pazienza nel corso della conferenza stampa che ha seguito la seconda serata del Festival di Sanremo. Il mite Fabio risponde a tono a un giornalista che lo apostrofa con la più classica delle accuse con cui è sempre stato trafitto, quella di "buonismo". Il cronista aggiunge che "questo atteggiamento può dare fastidio in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo". Fazio non ci sta, si ribella, e risponde: "In un Paese costruito e fatto di rabbia, interpretare la buona educazione o la civiltà come buonismo è un’istigazione a delinquere. Dobbiamo smetterla". E poi quell'inaspettato "mi sono rotto le palle...".

Vaffa-Litti - Alta tensione, dunque, al Festival. Una tensione che, in un certo senso, viene tradita anche da Luciana Littizzetto nel corso della terza serata della kermesse. In un Sanremo al risparmio niente superospite o monologhi del Celentano, Crozza o Benigni di turno. La palla, dunque, passa a Lucianina. Lei e Fazio sono seduti a bordo proscenio, poi la comica manda Fabio dietro le quinte e attacca nel suo monologo sulla bellezza. Prima, seguendo gli stanchi rituali di Che tempo che fa, sfotte Fazio per la sua, di "bellezza". Quindi sulle donne: "Per loro la bellezza sta diventando un'ossessione. Ci sono donne che più passa il tempo più ringiovaniscono" eppure dicono: "Non faccio niente, uno stile di vita sano e qualche integratore". Il fine commento della Littizzetto alle rifatte? "Vaffanculo". Una volgarità che colpisce, dal palco dell'Ariston. Quindi, quasi a giustificarsi, Luciana si rivolge al direttore di Rai1, Giancarlo Leone, seduto in platea. E offre il bis: "Hakuna matata, Leone. Certe cose si risolvono solo con un vaffanculo..".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amb43

    26 Febbraio 2014 - 09:09

    LITTIZZETTO E FAZIO INEDUCATI E SBOCCATI NON CI DIVERTONO ! Che dobbiamo dire ai nostri figli a cui cerchiamo di insegnare una buona educazione con tali esempi ?

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    21 Febbraio 2014 - 23:11

    Non capisco come mai sulle TV private che fanno anche la pubblicità non si paga il canone alla RAI idem come sopra si paga il canone? inoltre debbo pagare il canone per vedere due persone che prendono fior di mila o milioni di euro per una cagata del genere tra parolacce vaffanculo, chi si ha rotto i coglioni e chi c'è l'hanno messo questi due P........i ma per favore? non dico altro se no mi censurano di nuovo!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    21 Febbraio 2014 - 22:10

    Cosa si vuole di più, persino Monti ha voluto metterci le mani perchè sapeva che poteva mescolare bene nella "merda" a spese dei contribuenti. Visto il livello culturale attuale che si vuole di più ? Il manager di oggi ha una preparazione culturale pari a quella di un netturbino di quarantanni fa.

    Report

    Rispondi

  • luc_nava

    21 Febbraio 2014 - 19:07

    Sono 10 anni che non guardo il festival, da quando ho capito che e tutto truccato, e che non vale niente, figuriamoci poi se ci sono qull'imbranato di Fazio e quella slabbrata della Litticosa?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog