Cerca

E' morto Michael Jackson. Web in tilt

I fan: ucciso dai farmaci. Si cerca il medico

E' morto Michael Jackson. Web in tilt

Il Re del pop è morto. Michael Jackson si è spento a Los Angeles, ucciso da un arresto cardiaco che l'ha colpito mentre si trovava nella sua villa e non gli ha lasciato scampo. Ma le ore del cordoglio sono accompagnate anche da molti dubbi e punti bui sulla scomparsa del cantante.
Le ultime ore - Negli ultimi mesi Jacko era ridotto a uno scheletro: da aprile aveva iniziato a perdere drasticamente peso. Potrebbe essere stato l'abuso di farmaci, a stroncarlo. A descrivere il suo malore ai media è stato il fratello Ramsy: «E' crollato per terra all'improvviso». Venerdì l'autopsia: ma per gli esami tossicologici potrebbero volerci settimane. I soccorritori, appena giunti sul posto, hanno constatato che il suo cuore aveva già smesso di battere. Una situazione clinica disperata, perché dopo 5 minuti senza ossigeno il cervello subisce danni irreparabili. Nonostante le manovre, Jackson non ha mai ripreso conoscenza e alle 12.21 ora locale, è stato dichiarato morto dai medici dell'ospedale Ucla Medical Center di Los Angeles.
"Ucciso dai medici" - I famigliari non hanno nascosto la loro rabbia, accusando direttamente i medici di essere colpevoli della morte di Jackson che sarebbe avvenuta per una overdose di Demerol, un potente antidolorifico derivato della morfina, capace di provocare arresti respiratori e cardiaci. Le ultime indiscrezioni che giungono dalla California dicono che l’unità anticrimine della polizia di Los Angeles voglia interrogare il medico della star e che sia sulle tracce del dottore, quasi “scomparso” dopo il decesso. 
Una vita sotto i riflettori - Michael Jackson avrebbe compiuto 51 anni tra un mese, e tra pochi giorni avrebbe dovuto iniziare il tour europeo che l'avrebbe riconsegnato alle scene dopo anni di buio. Chi lo aveva visto, in questi mesi, ha avuto una pessima impressione: Michael era pelle e ossa, aveva subito un dimagrimento eccessivo. Era ridotto a uno scheletro.
Personaggio molto discusso, dalla bizzarra vita privata, al centro di scomode vicende giudiziarie, l'America aveva messo Jackson sotto i riflettori dall'età di cinque anni, quando ancora bambino cantava nei Jackson Five, la band di famiglia. Poi vennero gli anni del successo da solista, planetario e ineguagliabile, con record di vendite che oggi sembrano impossibili anche solo da avvicinare come quello di Thriller (1982), tuttora l'album più venduto della storia con i suoi oltre 104 milioni di copie. La scomparsa della popstar ha letteralmente bloccato gli Usa: la community online di Twitter è andata in tilt. Non era accaduto nemmeno con la crisi iraniana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pascal50

    26 Giugno 2009 - 18:06

    Finalmente un pedofilo in meno!!

    Report

    Rispondi

  • marclands

    26 Giugno 2009 - 16:04

    Credo che con il passare degli anni Jackson si sia distrutto con le sue stesse mani! Infanzia difficile con il padre e un grosso successo personale ha mandato fuori di testa un'icona della musica internazionale che a soli 50 anni è morto. La sua maniacale fissazione di non invecchiare e di perdere il colore della sua pelle lo ha portato ha commettere gravi errori e indebitarsi fino al collo! Poteva avere tutto dalla vita ma purtroppo è scomparso con dei dubbi sul suo conto e pieno di debiti! RIP JACKO

    Report

    Rispondi

  • ekis97

    26 Giugno 2009 - 14:02

    A Currahee: La tua ignoranza non ha limiti, ne' si può giustificare!! Se ti svegliassi domani e ti accusassero di omicidio o pedofilia o qualsiasi altra cosa?? Dovresti provarlo!! E credo comunque che di fronte al lutto di MILIONI DI PERSONE il tuo commento sia solo dettato dal voler andare controcorrente per spiccare ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA!! VERGOGNATI!! E' morto un mito, una leggenda, un uomo che ha fatto, con altri certo, la STORIA DELLA MUSICA!!

    Report

    Rispondi

  • susedo

    26 Giugno 2009 - 14:02

    tanto chiasso per un pedofilo morto !!! e le canzoni non le scriveva nemmeno lui... !!!! deve tutto , o quasi, a Quincy Jones !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog