Cerca

Morto Shulberg, sceneggiò

'Fronte del porto'

Morto Shulberg, sceneggiò
 La vecchia Hollywood dell'età dell'oro ha perduto uno dei suoi ultimi rappresentanti: è morto infatti Budd Schulberg, al secolo Seymour Wilson Schulberg, uno dei maggiori sceneggiatori americani di sempre, premio Oscar nel 1955 per la migliore sceneggiatura originale con 'Fronte del porto'. Schulberg è spirato ieri pomeriggio in un ospedale di Long Island, dove era stato trasportato d'urgenza dopo essersi sentito male nella sua abitazione di Westhampton Beach. Nato a New York nel 1914, Schulberg ebbe il destino in qualche modo segnato: era infatti “figlio di” visto che il padre dal 1930 era a capo della ‘Paramount Pictures’.  Schulberg è stato produttore capo della Paramount e di Adeline Jaffe, a sua volta sorella dell'agente Sam Jaffe.

  Scrittore, giornalista sportivo particolarmente versato nella boxe, documentarista di guerra insieme a John Ford, intraprese presto la carriera di sceneggiatore. Nel 1947 raggiunse una certa notorietà con il romanzo 'Perchè corre Sammy?", che metteva alla berlina il mondo rutilante del cinema dell'epoca.
  Nel secondo dopoguerra, in piena era di maccartismo e 'caccia alle streghe', ebbe difficoltà a lavorare per l'adesione al Partito Comunista americano negli anni '30; al punto, sembra, da accettare infine di deporre davanti alla Commissione per le Attività Anti-Americane. Questo non gli impedì di firmare sceneggiature che rimangono pietre miliari tra le quali, oltre al citato 'Fronte del porto', vanno ricordate anche quelle del 'Paradiso dei Barbari' (1958) e soprattutto di 'Un volto nella folla' (1957).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog