Cerca

Giordano verso la direzione

del tg Studio Aperto

Giordano verso la direzione
Mario Giordano si appresterebbe a tornare alla direzione di «Studio Aperto». Giordano, che dal prossimo 24 agosto assumerà l'incarico di direttore nuove iniziative News Mediaset per lasciare la guida del «Giornale» a Vittorio Feltri, manterrà i due incarichi. L'attuale direttore di «Studio Aperto», Giorgio Mulè, sarebbe destinato alla guida di «Panorama», la cui direzione è stata lasciata da Maurizio Belpietro per assumere il timone di «Libero». mainPer Giordano si profila quindi un ritorno a «Studio Aperto», il Tg di Italia Uno che aveva diretto con successo fino al settembre 2007. Nel comunicato con il quale era stato annunciato il 30 luglio scorso il passaggio di Giordano a Mediaset, il gruppo televisivo aveva salutato il rientro del giornalista sottolineando che è «uno dei più giovani e brillanti direttori nel panorama editoriale italiano». «Mario Giordano nei sette anni passati alla guida del telegiornale di Italia1 Studio Aperto -sottolineava Mediaset- ha dimostrato la capacità di sperimentare con successo nuovi linguaggi nelle news televisive. E l'ultimo incarico alla guida di un grande quotidiano nazionale ha ulteriormente allargato e rafforzato la sua esperienza professionale. A Giordano - concludeva la nota - i migliori auguri di buon lavoro e un caloroso bentornato». Adesso, si profila il ritorno alla direzione di «Studio Aperto», che dovrebbe essere reso noto in giornata con il contestuale annuncio, da parte di Mondadori, della nomina di Giorgio Mulè a «Panorama».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    08 Agosto 2009 - 02:02

    E' veramente sorprendente come i nomi dei giornalisti che circolano nell'area di centrodestra siano sempre quelli. Eppure in quest'area ci sono fior di giornalisti molto più bravi dei loro direttori. Una volta era impensabile ritornare nella stessa poltrona. E' successo, se non ricordo male, con Alberto Giovannini al "Roma", ma dopo molti anni, adesso è la prassi, a destra e al centro e anche a sinistra. Sono i misteri del giornalismo. Tutto questo non accadeva in passato. C'è da sperare che questo giro di poltrone rilanci la carta stampata di area e l'informazione televisiva. Il giornalismo di centro destra o destra ha un passato glorioso, l'arrivo del centrodestra al governo non ha dato molto vigore a questo settore.L'informazione controcorrente non guarda nessuno in faccia, quando chi governa sbaglia ed è questo il vero giornalismo. Quanto a Giordano, visto che ritorna a "Studio Aperto" faccia vera informazione per coloro che guardano la tv. Sinora infatti "Studio Aperto" non è mai stato grande giornalismo, con risalto a notizie di gossip e donne più o meno nude. A me le donne nude non mi scandalizzano, ma ci sono i luoghi adatti e non rientrano nell'informazione giornalistica. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • marino43

    07 Agosto 2009 - 17:05

    L'eterno secondo!!! in principio era la servizio di Santoro ... poi tappabuchi in mediaset e ora scalzato da Feltri. I mullah sono sempre Mimum, Feltri, Belpietro Rossella..gli altri possono fare i "guardiani della rivoluzione BerluscoBossiana", vedi Paragone...ma come diceva giustamente Liberovero...fare il giornalista è tutta un'altra cosa, e non basta avere la tessera... Fede docet! è l'esempio classico del non giornalista!!

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    07 Agosto 2009 - 12:12

    Giordano, Mimum, Feltri, Belpietro, Rossella...si scambiano la poltrona guadagnata per meriti di fedeltà al datore di lavoro. Complimenti, ma il giornalismo è un'altra cosa.

    Report

    Rispondi

blog