Cerca

Intrighi di corte, complotti e amori struggenti

Bova e Depardieu in un film su Casa Savoia

Intrighi di corte, complotti e amori struggenti

Presente e passato, realtà e fantasia, intrighi di corte, complotti e amori struggenti: Casa Savoia diventa un film per il grande schermo. E gli interpreti saranno con ogni probabilità Raoul Bova e Gerard Depardieu. La pellicola sarà nelle sale a settembre 2010. Si parte da un complotto in Casa Savoia volto a eliminare il vero erede di Amedeo VII affetto da un raro morbo. In questa parte Raoul Bova vestirebbe i panni di un giovane scrittore trentenne ottimista nonché affetto dal morbo di Rendu-Osler-Weber, una piccola mutazione genetica che secondo l'autore caratterizzerebbe l'unico vero erede di Casa Savoia destinato prima o poi a riprendere il potere.

Il punto di partenza di questo giallo temporale si colloca nella seconda metà del Secolo XIV, quando - sempre secondo l'autore - Amedeo VII di Savoia, detto il Conte Rosso, si sarebbe innamorato di Aurora. La loro storia è osteggiata da suo padre, il Conte Verde, ma Aurora aspetta un bambino dal Conte Rosso e deve fuggire. Il perno della vicenda è il segreto che il pittore Giovanni Canavesio ha nascosto nei suoi dipinti. Nel cast di ‘Una Labile Traccia’ ci sarebbero anche Gèrard Depardieu nel ruolo di Frà Giuliano, un frate imponente che permetterà al Canavesio di dipingere gli affreschi che scateneranno la caccia al tesoro del protagonista del film. Per il ruolo di Amedeo VII è stato proposto Fabio Bisogni, che avrà un'importante storia d'amore con la figlia del suo capo delle guardie. Mentre per sua figlia Francesca si è pensato ad un cameo di Ashley Tisdale, cantante e attrice statunitense. Un ennesimo cameo di lusso sarebbe poi interpretato da Giorgio Tirabassi nel ruolo del Professor Galimberti, mentre nel ruolo di Ludovico, il fedele servo di Amedeo VII, si è ipotizzato un cameo di Richard Gere, ma è anche possibile l'idea di fare recitare nella sua parte Kabir Bedi. Il Prete Archivista senza nome, che spiegherà come funzionavano le cose nel campo dei battesimi e per gli archivi degli stessi nel quattordicesimo secolo, sarebbe invece interpretato da Silvio Orlando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog