Cerca

Polanski ancora in prigione

Ha 10 giorni per ricorso

Polanski ancora in prigione
Il regista franco-polacco Roman Polanski, in detenzione preventiva in Svizzera su mandato di cattura statunitense, ha dieci giorni per presentare ricorso contro il mandato d'arresto in vista dell'estradizione negli Stati Uniti. Polanski è stato fermato sabato sulla base di un mandato di cattura emesso dalla magistratura americana per lo stupro di una ragazzina 13enne avvenuto nel '77. I legali del regista possono inoltre chiedere anche una liberazione su cauzione,"ma è una possibilità concessa molto raramente", ha detto oggi a Berna il portavoce del Ministero svizzero di Giustizia e polizia, Guido Balmer. Spetta al Tribunale penale federale - ha precisato - pronunciarsi su eventuali domande. Il portavoce non ha fornito indicazioni sul luogo di detenzione del regista. "Solo quando la procedura di estradizione sarà conclusa con una decisione passata in giudicato, si potrà stabilire – spiega la nota - se Roman Polanski andrà effettivamente estradato negli Stati Uniti. Sia l'ordine di detenzione in vista di estradizione sia la decisione di estradizione possono essere impugnati presso il Tribunale penale federale''. L'avvocato zurighese Lorenze Erni, che ieri ha potuto vedere Polanski ed ha affermato di averlo trovato ''molto stanco, composto ma anche scioccato per l'accaduto'', ha spiegato che il suo cliente "si oppone alla richiesta di estradizione degli Stati Uniti e chiederà di essere scarcerato su cauzione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    01 Ottobre 2009 - 09:09

    in cella con lo pseudo stregone arrestato negli stessi giorni; il quale con la scusa dell'iniziazione ad una setta satanica faceva le stesse cose. Certo se Roman ti chiama per un servizio fotografico, e poi il servizio risulta essere diverso.......poverino, dal primo cinematografaro italiano ad attricette, leggasi Bellucci(!) si affannano a capirlo, giustificarlo......mentre fosse stato un perfetto sconosciuto, come tale doveva rimanere. Quando l'ipocrisia di una falsa casta si presenta cosi, siamo veramente arrivati al concetto pre-robespierre! IPOCRITI Saluti alla famiglia

    Report

    Rispondi

  • antari

    29 Settembre 2009 - 14:02

    deve pagare si, se non ha nulla da nascondere perche' e' fuggito per 30 anni?

    Report

    Rispondi

  • luigigiggi1962

    29 Settembre 2009 - 10:10

    Questo signore e' un pedofilo e deve pagare, come tutti quelli che sbagliano. No perche ha fatto due film ha l'immunita. Deve Pagare.

    Report

    Rispondi

  • torino52

    28 Settembre 2009 - 15:03

    oggi alle 13,30 ho ascoltato il telegiornale e tra le altre notizie vi era quella dell'arresto del celebre regista. Fin qui tutto Ok. Il fatto che però mi ha rivoltato lo stomaco, per non dire altro, è che atttori,registi, e addirittura attrici stiano facendo una petizione per ottenere la grazia per " Roman". Il signor,se possiamo così definirlo" è, se le accuse sono vere; un "PEDOFILO" ed è giusto che paghi come qualunque altra persona che si macchi di questo orrendo crimine. vorrei ascoltare tutti questi personaggi dello spettacolo che oggi sono per la grazia di un "PEDOFILO" se fossero le loro figlie tredicenni ad avere rapporti sessuali con un adulto che non sia "ROAMN POLANSKI". E' una vergogna e lo stato Utaliano( cioè noi) foraggiamo con centinaia di milioni di Euro qeste persone. DOPPIA VERGOGNA-

    Report

    Rispondi

blog