Cerca

Il 'solito' Bonolis all'attacco:

"Fiorello? Niente di nuovo"

Il 'solito' Bonolis all'attacco:

Paolo Bonolis torna in tv a sette mesi dal trionfo di Sanremo e spiega perché quest'anno riproporrà su Canale 5 programmi già visti come “Chi ha incastrato Peter Pan?” (in onda dal 7 ottobre su Canale 5), “Il Senso della vita” (a dicembre o gennaio) e “Ciao Darwin” (a primavera): “Avrei voluto fare qualcosa di nuovo - dice Bonolis - per esempio il progetto, segretissimo, che ha in mente Maria De Filippi. Ma ho fatto un patto con Mediaset: quest'anno accontento loro. Il prossimo invece ci daremo alle novità e spero di aiutare la rete a uscire dal 'palinsisto', lo chiamo così perché il palinsesto dei programmi oggi insiste sempre sulle stesse cose. Perché effettivamente in giro c'è poca voglia di fare qualcosa di nuovo. Però così la tv rischia la morte per asfissia”.

Parlando di Fiorello, che ha detto di essere passato alla tv satellitare proprio per la necessità di sentirsi libero di sperimentare, secondo Bonolis “la libertà di sperimentare la esprimerà più avanti. Per ora il programma di Fiorello sempre quello è: canzoni nuove, gag nuove, ma la struttura è la stessa. Non lo dico in senso dispregiativo, intendiamoci. Ma se su Sky c'è tutta sta libertà di innovare, beh, che ce la facesse vede”. “L'obiettivo è proprio la leggerezza - prosegue il conduttore parlando del suo modo di fare televisione -. Oggi sembra che molti miei colleghi stiano lavorando alla mappatura del genoma, dimenticando che stanno solo facendo un prodotto televisivo”. Riguardo ai suoi programmi preferiti, Bonolis dice di apprezzare Striscia la notizia e le Iene. Tra i personaggi, Piero Chiambretti: "per me è quello mentalmente più veloce di tutti. Se avesse il coraggio di non mettere quelle scarpe, ovvero di non restare troppo prigioniero del proprio personaggio, sarebbe ancora più forte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog