Cerca

Guai per Nicholas Cage

Deve al fisco 6.3 milioni

Guai per Nicholas Cage

Guai con il fisco per Nicholas Cage. Secondo la rivista ‘People’, l'attore deve al governo statunitense ben 6,3 milioni di dollari di tasse non pagate risalenti al 2007. L’amministrazione americana ha imposto un credito fiscale sulle sue vaste proprietà immobiliari. Cage, a quanto si è appreso, già a luglio ha iniziato a liquidare le sue svariate e leggendarie residenze: ha venduto un castello in Germania e messo in vendita le case a Bel Air, Las Vegas e New Orleans. Non solo: la East West Bank ha denunciato l'attore, che è uno dei più richiesti e pagati di Hollywood, dinanzi al Tribunale Superiore di Los Angeles, sostenendo che non ha restituito un prestito di 2 milioni di dollari, che era stato prorogato lo scorso agosto.

Ma questa non è la prima volta che il nipote di Coppola si trova a fare i conti con l'Irs. Infatti, l'attore ha anche un altro conto in sospeso con l'Internal Revenue Service: 350 mila euro di tasse evase tra il 2002 e il 2004. E non è tutto: ci sarebbe anche un mutuo bancario da 2 milioni di euro non onorato. Insomma una situazione pesante, che ha costretto la star a mettere in vendita alcune delle sue leggendarie residenze in California, Las Vegas e New Orleans. Ma per il momento l'attore è riuscito a vendere soltanto il suo castello in Germania.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Ottobre 2009 - 00:12

    Frodare il fisco,lo ritengo uno dei peggiori reati perchè, le tasse le deono pagare chi ha degli introiti provenienti da lavoro e le tasse pagate rapperesentono un patrimonio del paniere dello stato. Non pagando le tasse si fa del male a quanti vivono dei sussidi che lo stato elargisce per aiutare tutti coloro che sono in uno stato di bisogno ed inoltre,con quei soldi si provvede anche a mille altre necessità occorrenti per tutta la collettività. Gli evasori,chiunque essi siano andrebbero arrestati e sequestati i loro beni per un triplo dei soldi dovuti.

    Report

    Rispondi

blog