Cerca

Incasso record per "2012"

È boom dei film catastrofici

Incasso record per "2012"
 Da “La fine del mondo” di Abel Gance, era l’anno 1931, il filone dei film catastrofici non si è solo evoluto, ma anche moltiplicato. Le pellicole sono sempre più costose, ma anche redditizie per i propri produttori. A dimostrarlo ancora una volta è il debutto record del kolossal apocalittico “2012” di Roland Emmerich. Distribuito dalla Sony in 532 sale, il film, ha incassato nel weekend oltre 5 milioni di euro, con una media per schermo d'eccezione. Ma la storia del successo dei film apocalittici è lunga e parte da “Armageddon” (1998): ben 140 milioni di dollari, ma ne incassò in pochi mesi ai botteghini di tutto il mondo ben 553 milioni. E questo mentre era in circolazione un altro film simile, come “Deep impact”. Più o meno nello stesso giro di mesi (1997) il Titanic rastrellò nei soli Stati uniti i 285 milioni di dollari che ripagarono il costo della produzione. L'anno prima (1996) fu "Independence Day" il film che ebbe il maggiore incasso ai botteghini cinematografici di tutto il mondo: oltre 746 milioni di dollari tra gli incassi in America e all'estero. Nell'anno 2000 con il catastrofico "La tempesta perfetta” George Clooney, nei panni di un rude pescatore, surclassò la commedia “Il dott T e le donne”, che aveva il volto seducente di Richard Gere nei panni di un affascinante ginecologo. Il primo film alla seconda settimana di proiezioni in Italia aveva già incassato 3 miliardi e mezzo di lire; l'altro in tre settimane si era fermato a 2 miliardi. Quanto al kolossal catastrofico-ecologista "The day after tomorrow" nel 2004 spodestò agevolmente dalle classifiche degli incassi l’hollywoodiano "Troy" dopo una settimana di programmazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    16 Novembre 2009 - 19:07

    L'immaginazione umana non ha confini e se a tale immaginazione si coniuga anche un interesse pecuniario,allora entrano in scena,personaggi della cinematografia che,non aspettavano altro che sfruttare il faceto l'argomento. Statene certi che il giorno dopo la cosi detta data fatidica,il mondo con tutti i suoi abitanti e i suoi annosi problemi quotidiani che ci affliggono, continuerà ancora a esistere per qualche milione di anni. Quando l'attuale pianeta incomincerà la fase del suo declino,accadranno fatti che in natura avvengono anche per gli uomini e tutti capiranno ma, è ancora presto. Auguri e infiniti buoni anni a tutti.

    Report

    Rispondi

blog