Cerca

Bonus bebé per Pitt e Jolie

Lo prevede la legge francese

Bonus bebé per Pitt e Jolie

Chi lo avrebbe mai detto? Un assegno mensile di 1.800 euro come aiuto per la crescita dei figli: destinatari del bonus garantito dallo stato francese è la coppia di Hollywood Brad Pitt – Angelina Jolie, che di recente si sono trasferiti nella cittadina di Brignoles. La loro casa è fatta di 35 stanze ed è immersa in un parco immenso, il conto in banca di certo non piange, ma la legge è legge, quindi anche a loro è giunta la “singolare” proposta, se così si può chiamare.
A darne conferma è anche il quotidiano inglese Telegraph, che anticipa una quasi scontata risposta degli attori: no grazie. Eppure la Francia è pronto a staccare l’assegno per gli ultimi arrivati nella famiglia, i gemellini Knox Leon e Vivienne Marchesine, ma pure per i quattro fratelli maggiori. Nel pacchetto non è però previsto il “pagamento alla nascita”, dato che hanno un reddito superiore ai 70.000 euro, però rimangono il diritto al contributo per l’assunzione di un’eventuale babysitter, finanziamenti vari e tre rate gratuite di “Associazione orfano”. E ancora: agevolazioni fiscali, sconti sui trasporti, eventi culturali e shopping per la famiglia fino ai primi tre anni di vita del bambino, accesso gratuito agli asili.
La villa in Provenza – Per soggiornare nel Chateau Miraval, in Provenza, Brad e Angelina pagano un affitto di un milione di euro all’anno. 35 stanze, due piattaforme per l’elicottero, piscina, centro fitness, un vigneto e un bosco per le passeggiate: a conti fatti, la tenuta vale circa 45 milioni di euro. A quanto pare sarebbe stato Brad Pitt a far innescare automaticamente il meccanismo dell’assegno per i figli, nel momento in cui ha registrato tutta la famiglia nel comune di Brignoles per assicurarsi l’assistenza medica locale. Non pare aver fatto apposta, ma i francesi in fatto di burocrazia non scherzano affatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • defele

    25 Agosto 2008 - 22:10

    e continuiamo a chiamarla burocrazia? diciamo pure che il garantire tutto a tutti è dimostrato, una volta di più, quanto diventa surreale ed astruso. Oh , beninteso la famiglia in questione devolverà tutto in beneficienza di nobili cause e/o effetti di castrafo naturali od antropiche che devastano il pianeta...

    Report

    Rispondi

blog