Cerca

Swank: scelgo solo ruoli in cui mi immedesimo

E per 'essere' Amelia Earhart imparerà a volare

Swank: scelgo solo ruoli in cui mi immedesimo

Il segreto del successo cinematografico di Hilary Swank? “Scegliere sempre e solo ruoli in cui mi immedesimo completamente”. È lo stesso premio Oscar (miglior attrice protagonista nel 2000 per il film ‘Boys Don't Cry’ e nel 2005 con ‘Million Dollar Baby’) a rivelarlo: “Il bisogno di appartenenza”, ha poi spiegato l’attrice, “me lo porto dentro dall’infanzia. Sono cresciuta nella povertà, - ha dichiarato al settimanale 'Tu Style', in edicola mercoledì - e anche se per me non era un problema, lo era per gli altri. Siccome vivevo in un 'trailer park', un campeggio per roulotte, non ero ammessa in certe case e ad alcuni miei compagni era addirittura vietato giocare con me. Inevitabilmente ho iniziato a sentirmi diversa e, pensandomi rifiutata, preferivo legare con i protagonisti dei romanzi o dei film. In altre parole, - conclude Hillary - invece di scambiare opinioni ed esperienze con gli amici, le scambiavo con i personaggi che amavo".

E così eccola alle prese con una nuova avventura. Solo per carpire tutti i segreti del suo nuovo personaggio, Amelia Earhart. “Come avrei potuto interpretare Amelia senza imparare a volare? Voglio prendere il brevetto di volo e con Ewan Mc Gregor, anche lui aspirante pilota, stiamo pensando di comprare un aereo". La Swank sarà protagonista, con Richard Gere e Ewan Mc Gregor, di 'Amelia', il film di Mira Nair che racconta la storia della prima donna aviatore ad aver sorvolato l'Atlantico. Spesso interprete di personaggi femminili dalla forte personalità, l'attrice confida di scegliere d'istinto un ruolo: "Scelgo quando sento di potermi completamente immedesimare nel personaggio. Forse perché il bisogno di appartenenza è qualcosa che mi porto dentro dall'infanzia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog